in

Dodge si piazza al vertice dell’Initial Quality Study di J.D. Power

In quarta posizione abbiamo Ram con 141 problemi ogni 100 auto

Dodge Challenger SRT Hellcat 2016 asta

J.D. Power ha annunciato nelle scorse ore che Dodge ha vinto l’Initial Quality Study 2020, superando Kia. Secondo molti addetti ai lavori, si tratta di un risultato particolarmente sorprendente in quanto la casa automobilistica americana non ha rilasciato fino ad ora un veicolo completamente nuovo ma soltanto aggiornamenti dei modelli esistenti.

Basti pensare che la gamma è così vecchia da proporre ancora in vendita il Dodge Journey. Tuttavia, l’invecchiamento potrebbe essere una delle migliori caratteristiche offerte dal brand di FCA, come ha osservato J.D. Power.

J.D. Power Initial Quality Study 2020
J.D. Power Initial Quality Study, ecco la classifica dell’edizione 2020

Dodge: l’Initial Quality Study di J.D. Power premia il marchio di FCA

La società ha anche notato che i sistemi di infotainment sono la categoria più problematica in quanto quasi un quarto di tutti i problemi citati dai proprietari dei veicoli si riferisce all’infotainment, con lamentele principali che riguardano il riconoscimento vocale, la connettività con Android Auto ed Apple CarPlay, i display touch e così via.

Senza le ultime e più diffuse funzionalità tecnologiche, Dodge sembra evitare tutti questi problemi. Ovviamente, FCA è stato felice del risultato raggiunto dalla sua casa automobilistica in quanto è il primo marchio nazionale in assoluto a raggiungere il primo posto nella 34ª edizione del famoso studio di J.D. Power.

J.D. Power Initial Quality Study 2020

Al secondo posto troviamo Kia con 136 problemi per 100 veicoli nei primi 90 giorni di proprietà. Proseguendo, abbiamo Chevrolet e Ram con 141 problemi per 100 veicoli, Genesis (142), Mitsubishi (148) e Buick (150). La media dell’intero settore è stata di 166 problemi ogni 100 veicoli e quest’anno i marchi nazionali hanno raggiunto dei buoni risultati poiché GMC (151), Jeep (155) e Cadillac (162) sono riuscite a fare meglio della media.

J.D. Power ha sottolineato che questa è stata la migliore performance di sempre raggiunta dalle case automobilistiche di Detroit, rispetto ai marchi esteri, nella storia dello studio. Naturalmente, l’Initial Quality Study ha preso in considerazione anche alcuni brand di lusso come Mercedes (202), Jaguar (190), Volvo (210), Audi (225) e Land Rover (228).

Da notare che Tesla si è posizionata al di sotto delle case automobilistiche appena citate con 250 problemi per 100 veicoli. Per quanto riguarda le auto, la Chevrolet Sonic ha ottenuto il miglior punteggio con 103 problemi per 100 esemplari. Altri vincitori includono Audi A3, Cadillac GT5, Ford Mustang, Genesis G70, BMW Serie 8, Jaguar E-Pace, Nissan Maxima e Lexus GX.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento