in

Kimi Raikkonen: al finlandese non piace essere toccato

Il giornalista sportivo finlandese Heikki Kulta rivela quanto a Kimi Raikkonen non piaccia il contatto fisico con gli estranei

Kimi Raikkonen

Il giornalista sportivo finlandese Heikki Kulta rivela quanto a Kimi Raikkonen non piaccia il contatto fisico con gli estranei. Il giornalista finlandese ha ricordato i momenti in cui era chiaro che era meglio non avvicinarsi al campione del mondo del 2007. La Formula 1 è uno sport a basso contatto, ma a volte questo è inevitabile. Il giornalista ricorda quando si sono avvicinati a lui all’ultimo giro del GP d’Europa del 2005. “A Kimi non piace essere toccato dagli estranei e questo è qualcosa che gli succede continuamente. In Germania 2005, quando ha avuto un incidente all’ultimo giro, gli steward lo hanno voluto aiutare, ma si è arrabbiato per questo. Alcuni pensavano che fosse per la rabbia di aver perso la vittoria, ma non era così “, ha dichiarato Kulta  nell’ultimo numero della rivista ufficiale di Formula 1.

Kulta stesso ricorda il momento in cui apprese che a Raikkonen non piaceva il contatto fisico con gli estranei, al GP di Monaco del 2002. Dopo un incidente durante le prove libere, gli steward erano venuti sulla scena e suo padre All’epoca disse a Kulta che se avessero toccato suo figlio, ci sarebbero stati problemi.

“La prima volta che ho saputo che non voleva essere avvicinato dalla gente è stato durante una sessione di allenamento a Monaco nel 2002. Ero solo con suo padre a prendere un caffè e Kimi ha avuto un incidente. Nello stesso momento in cui suo padre ha visto che i commissari stavano arrivando, ha chiarito che ci sarebbero stati problemi ” , ha ricordato.

Infine, ricorda che quando Kimi ha vinto il campionato del mondo nel 2007 in Brasile, voleva evitare di avere un contatto fisico con il suo capo squadra, Jean Todt. Ovviamente, questo ha finito per essere un gioco tra loro, dato che dopo lo champagne si sono abbracciati e hanno celebrato insieme quello che è stato finora l’ultimo campionato mondiale di piloti che la Ferrari ha vinto. ” Più Jean si avvicinava, più Kimi si allontanava dal podio, anche se non so fino a che punto fosse tutto un gioco ” , ha detto Kulta per chiudere.

Ti potrebbe interessare: Raikkonen si prepara al ritorno in F1 con un pomeriggio di karting col figlio