in

Michelin Uptis potrebbe sostituire gli pneumatici classici entro il 2024

Nonostante l’assenza di aria, il nuovo pneumatico non è esente da problemi

Michelin Uptis

Gli pneumatici airless (NPT) non sono una novità ma Michelin e General Motors si sono uniti per spingere ulteriormente questa tecnologia. Le due aziende stanno lavorando molto nella progettazione per permettere l’implementazione di queste gomme a livello consumer entro il 2024.

Michelin ha alle sue spalle una storia con questa tecnologia. La serie Tweel è stata lanciata nel 2005 e sembra aver portato ottimi risultati con l’utilizzo in veicoli ATV, UTV e da cantiere. Questa, però, è soltanto una parte del mercato. L’azienda francese e altri leader del settore lo sanno e il Michelin Uptis sembra essere il più promettente nel soddisfare questa esigenza.

Michelin Uptis
Michelin Uptis, il nuovo pneumatico non dispone di aria al suo interno

Michelin Uptis: Michelin e General Motors stanno lavorando duramente sullo sviluppo di questo speciale pneumatico

Sin dal loro sviluppo nel 1800, gli pneumatici hanno funzionato secondo lo stesso principio di base, ossia l’aria. Negli ultimi anni sono stati fatti diversi progressi in termini di materiali e costruzione ma il sistema generale rimane lo stesso. I lati negativi includono forature, usura irregolare, scoppi ecc.

Un altro problema è la manutenzione. Di solito si sale in auto e si viaggia senza controllare regolarmente la pressione e/o l’usura ed è per questo che ora ci sono dei sistemi che lo fanno al posto nostro.

Michelin Uptis

Lo pneumatico Michelin Uptis promette di eliminare tutto ciò. La mancanza di aria, però, non significa nessuna foratura e/o usura. Un altro vantaggio delle gomme airless di Michelin è la stabilità laterale in quanto non avvengono deformazioni.

Questo offre una guida più stabile sui terreni accidentali o irregolari e consente anche un maggior controllo a velocità e temperature superiori. Naturalmente, si tratta di una tecnologia non perfetta in quanto, almeno allo stato attuale. Un problema ricorrente degli pneumatici airless è che sembrano accumulare calore e, a causa della mancanza di aria, sembrano essere più rigidi.

Michelin Uptis

Tuttavia, sono state fatte delle ricerche su diversi materiali e strutture per queste gomme e il Michelin Uptis è il miglior candidato in questo momento. Più prototipi vengono realizzati e migliore sarà la risoluzione dei problemi che sorgono durante i test e l’aumento di efficienza, riducendo così i costi per i materiali, i tempi di produzione e così via.

Alcuni importanti produttori stanno applicando questa tecnologia in diversi sport, dal ciclismo alla Formula 1. Altri leader del settore come Hankook, Bridgestone e Sumimoto hanno gli occhi puntati su questa tecnologia da un po’ di tempo ma solo Michelin e General Motors sembrano impiegare il massimo sforzo per rendere i loro prodotti disponibili sul mercato consumer il più presto possibile.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento