in

Formula 1: annullati i GP di Azerbaigian, Singapore e Giappone

La Formula 1 ha annunciato che quest’anno non gareggerà in Azerbaigian, Singapore e Giappone

Formula 1 Baku
Formula 1 Baku

La Formula 1 ha annunciato che quest’anno non gareggerà in Azerbaigian, Singapore e Giappone. I tre appuntamenti non faranno parte del calendario per la seconda parte della stagione disegnata da Liberty Media. La Formula 1 ha confermato la cancellazione del Gran Premio del 2020 di Azerbaigian, Singapore e Giappone a causa dello scoppio mondiale di covid-19. Liberty Media fa questo annuncio come parte del lavoro di progettazione del calendario per una stagione che sembra essere molto europea.

Il Great Circus ha recentemente presentato le date delle sue prime otto gare ed è ora alla ricerca di modi per arricchire un calendario che sarebbe già valido con questo minimo di test. L’obiettivo è raggiungere un totale di 15 e 18 eventi, ma nella ricerca dell’orizzonte sono già caduti tre appuntamenti, Azerbaigian, Singapore e Giappone, che quest’anno non celebreranno un Gran Premio. “A seguito delle continue sfide presentate da covid-19, Liberty e dai promotori di Azerbaigian, Singapore e Giappone, abbiamo preso la decisione di annullare le loro gare della stagione 2020”, ha annunciato la F1 in una nota.

Le condizioni dei circuiti urbani di Baku e Marina Bay e il tempo necessario per preparare le strade per l’evento hanno giocato contro le loro date. Entrambi gli eventi hanno richiesto informazioni accurate in anticipo, cosa impossibile in una situazione così imprevedibile come quella causata dal covid-19.  In Giappone le dure restrizioni ai viaggi a causa della pandemia sono state una delle ragioni principali della cancellazione, quindi il paese per la prima volta dal 1986 non avrà un GP di F1.

“Queste decisioni sono state prese a causa delle diverse sfide che i nostri promotori devono affrontare in quei paesi. A Singapore e in Azerbaijan, il tempo necessario per creare un circuito urbano ha reso impossibile tenere questi eventi durante questo periodo di incertezza e, rispetto al Giappone, le restrizioni Il viaggio ci ha portato anche alla decisione di non continuare con la gara ” , ha spiegato la categoria.

Il campionato spera di mettere insieme tra 15 a 18 gare e conferma che il finale sarà ad Abu Dhabi a metà dicembre. Anticipano anche che sperano di avere il programma completo prima dell’inizio della stagione.

Senza questi tre appuntamenti, abbiamo una stagione di Formula 1 che sarà probabilmente molto europea, poiché sempre più circuiti del “Vecchio Continente” chiedono di rinnovare il Grado 1 che consente loro di celebrare un Gran Premio. Questa è la visione, almeno, della F1, che accoglie con favore l’interesse dei nuovi circuiti per celebrare le gare quest’anno.

“Allo stesso tempo, abbiamo progredito nelle conversazioni con i promotori nel programma originale e anche con i  nuovi promotori e siamo incoraggiati dall’interesse mostrato dai nuovi circuiti a tenere una gara di F1 durante la stagione 2020”, hanno aggiunto. Come finale di stagione, dalla F1 indicano una fine della stagione in Medio Oriente per aggiungere almeno le 15 gare richieste dai diritti televisivi.

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo B-SUV, Maserati Ghibli Hybrid, Compass “made in Melfi”, Formula 1: le migliori news della settimana

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento