in

Mercato auto: arrivano nuove proposte per il decreto Rilancio

Previsto il rifinanziamento degli incentivi per acquistare auto elettriche e ibride plug-in

Incentivi auto Regione Lombardia

Alcuni emendamenti del Movimento 5 Stelle, Italia Viva, Forza Italia, Lega e altri partiti politici hanno proposto di sospendere l’ecotassa per le auto con emissioni più alte fino al 31 dicembre 2020. L’ecotassa si applica attualmente a tutte le vetture in base al livello di emissioni di CO2 e va da 1100 euro a 2500 euro.

Il M5S, inoltre, vorrebbe rifinanziare gli incentivi per acquistare vetture elettriche e ibride plug-in, allargando l’offerta di modelli. Al contrario, si oppone agli eventuali bonus per le auto benzina e diesel che hanno l’obiettivo di smaltire i piazzali delle concessionarie rimasti pieni in queste ultime settimane a causa dell’emergenza coronavirus.

Incentivi auto Regione Lombardia
Mercato auto, proposta la sospensione dell’ecotassa fino al 31 dicembre 2020

Mercato auto: i partiti politici propongono alcuni emendamenti per il decreto Rilancio

L’emendamento firmato da Italia Viva, PD e Leu prevede un contributo statale pari a 2000 euro a partire da luglio ed è valido per tutto il 2020, a cui si aggiungeranno altri 2000 euro da parte dei concessionari. Tramite questo bonus è possibile acquistare auto a benzina e gasolio di classe Euro 6 e con emissioni di CO2 superiori a 61 g/km, rottamando un’auto con più di 10 anni di età.

Tuttavia, il bonus si abbassa a 1000 euro e 1000 euro senza rottamazione. Nel 2021, la somma messa a disposizione scenderebbe a 1000 euro e 1000 euro con rottamazione oppure 500 euro e 500 euro senza e con un tetto di emissioni a 95 g/km.

Come detto poco fa, il Movimento 5 Stelle ha intenzione di rafforzare l’attuale bonus dedicato all’acquisto di auto elettriche e ibride plug-in con una nuova fascia di modelli con emissioni comprese tra 61 e 95 g/km di CO2. L’emendamento prevede un contributo pari a 2000 euro rottamando un’auto tra Euro 0 e Euro 4 e 1000 euro senza rottamazione. Questo incentivo andrebbe rifinanziato con altri 150 milioni previsti per il 2020, rispetto ai 100 milioni stanziati fino ad ora, e con altri 370 milioni.

Centro Studi Promotor incentivi rottamazione

Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia sono a favore dei bonus per elettriche e ibride plug-in

Nel caso di accettazione, si otterranno 6000 euro di contributi per l’acquisto di un’auto 0-20 g/km di CO2, 4000 euro tra 21 e 60 g/km e 2000 euro tra 61 e 95 g/km rottamando un vecchio veicolo. Al contrario, senza rottamazione sono previsti dei contributi rispettivi pari a 4000, 2500 e 1000.

Leu, invece, chiede di mettere a disposizione altri 25 milioni di euro in due anni, creando un fondo dedicato a due ruote, tricicli e quadricicli. Gli emendamenti presentati da Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia appoggiano sia il rifinanziamento del bonus per le auto elettriche e ibride plug-in che la rottamazione per benzina e diesel Euro 6 in modo da smaltire i veicoli invenduti in questi ultimi mesi.

In questo caso è stato proposto anche l’innalzamento della detraibilità dell’IVA sulle spese relative all’acquisto di auto da parte di imprenditori e lavoratori autonomi dal 40% al 100%.

Fratelli d’Italia vorrebbe, poi, rafforzare il credito d’imposta per i veicoli commerciali e industriali tramite il raddoppio dell’aliquota dal 6% al 12% e del limite di spesa incentivabile da 2 a 4 milioni di euro. In conclusione, il gruppo Misto propone degli emendamenti volti a far abbassare l’IVA sull’acquisto di nuove auto dal 22% al 18% e per l’abolizione del superbollo.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI