in ,

Dodge Challenger: ecco il body kit MADMAX realizzato da un tuner russo

Il pack aggiunge un pizzico di modernità al design della muscle car americana

Dodge Challenger MADMAX

In questo articolo vi proponiamo una speciale versione della Dodge Challenger soprannominata MADMAX realizzata da SCL Performance. Parliamo dello stesso tuner che nei mesi scorsi ha progettato altri veicoli particolari come la Jeep Grand Cherokee Tyrannos.

Il body kit MADMAX introduce diverse modifiche alla carrozzeria della muscle car americana come ad esempio il cofano motore, il paraurti e i parafanghi che hanno ottenuto delle prese d’aria. Quelle presenti sul retro sono talmente grandi da far immaginare la presenza di un motore montato sul retro ma che ovviamente risiede ancora sulla parte anteriore.

Dodge Challenger MADMAX
Dodge Challenger MADMAX by SCL Performance

Dodge Challenger: SCL Performance presenta il nuovo kit MADMAX

Il pacchetto sviluppato da SCL Performance per la Dodge Challenger aggiunge anche dei terminali di scarico in alluminio o acciaio inossidabile, una luce freno posteriore in stile F1, uno spoiler centrale e dei fanali creati su misura. Da notare che il tuner russo sostiene che il body kit MADMAX è in grado di adattarsi a qualsiasi Challenger, anche alle versioni del 2008.

Ovviamente, non si tratta di un pack disponibile per tutti ma comunque esiste e sicuramente è uno dei più particolari presenti sul mercato che in un certo senso rende più moderno il design della muscle car. Per quanto riguarda il prezzo, SCL Performance chiede 9300 euro per tutte queste modifiche dedicate alla Challenger, oltre ovviamente alla spedizione del veicolo in Russia.

Qui sotto trovate un video pubblicato su YouTube dalla stessa società di tuning, tramite il canale SCL Global Concept, che ci mostra brevemente il processo di trasformazione di una Dodge Challenger con il body kit MADMAX.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI