in

Dodge Challenger ACR potrebbe essere la terza auto a portare questo nome

Gli ingegneri starebbero valutando i motori V8 da 6.2 litri e 392 Hemi per la speciale ACR

Dodge Challenger SRT Hellcat Redeye 2019 entra in produzione

Il nome ACR è stato utilizzato per la prima volta da Dodge sulla Viper nel 1999 ed è stato conferito soltanto a un altro veicolo, ossia alla berlina compatta Neon. ACR è l’acronimo di American Cup Racer e rappresenta il meglio che la casa automobilistica statunitense ha da offrire quando si tratta di prestazioni in pista.

Questo nome non è stato più utilizzato su nessun altro veicolo da quando la produzione della Viper è stata interrotta tre anni fa. Tuttavia, un rapporto pubblicato nelle scorse ore da Allpar afferma che il nome ACR potrebbe ritornare nel 2021 con la Dodge Challenger ACR.

Dodge Challenger SRT Hellcat Redeye 2019 entra in produzione
Dodge Challenger SRT Hellcat Redeye

Dodge Challenger ACR: la famosa targhetta potrebbe ritornare nella gamma del brand

Secondo una fonte affidabile del sito Web, sono in serbo numerosi aggiornamenti per la piattaforma LX della muscle car con l’obiettivo di proporre delle prestazioni allo stato puro. Questi includono pneumatici, freni, sospensioni e altro ancora. Tutte queste modifiche sono focalizzate sul trasformare la due porte in un veicolo da pista.

Dodge prevede di utilizzare alcune componenti esistenti per raggiungere questo obiettivo, visto anche che il denaro è attualmente limitato a casa dell’emergenza coronavirus.

Dodge Viper ACR-X
Dodge Viper ACR

La Dodge Challenger ACR 2021 dovrebbe disporre dell’alettone posteriore della Viper ACR-E, una versione modificata dello splitter della stessa vettura e probabilmente alcuni altri componenti delle sospensioni regolabili della sportiva come gli ammortizzatori.

Purtroppo Allpar non ha rivelato nessuna informazione sulla trasmissione ma la Challenger ACR potrebbe accontentarsi di un manuale a 6 velocità. Sempre secondo lo stesso report, gli ingegneri del marchio di FCA starebbero valutando due motori: il V8 sovralimentato da 6.2 litri della Challenger SRT Hellcat Redeye con potenza di 808 CV e il 392 Hemi ad aspirazione naturale che produce 492 CV.

L’impianto frenante dovrebbe essere proposto probabilmente da Brembo. Al momento, purtroppo, non ci sono ancora informazioni sulla data di presentazione della Dodge Challenger ACR ma, con lo sviluppo della prossima generazione della muscle car ritardato a causa della pandemia, il brand statunitense ha ancora del tempo per dare forma alla vettura.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento