in

Leclerc: “Per essere campione con la Ferrari c’è ancora molto da fare”

Charles Leclerc pensa di avere ancora molto lavoro da fare prima di poter lottare per un titolo di Formula 1

Leclerc

Charles Leclerc pensa di avere ancora molto lavoro da fare prima di poter lottare per un titolo di Formula 1. Sebbene il Monegasco sia al suo terzo anno nel Grand Circus, è già uno dei piloti più in vista. Tuttavia, il giovane pilota sa che ha ancora molta strada da fare per entrare nel club selezionato dei campioni della categoria regina. Leclerc ammette che un giorno spera di diventare un campione del mondo di Formula 1, ma prima dovrà lavorare ancora tanto.

Charles Leclerc pensa di avere ancora molto lavoro da fare prima di poter lottare per un titolo di Formula 1

“E se fossi pronto a diventare campione del mondo? Sarebbe un sogno, devo lavorare, sono contento della mia crescita, ma c’è ancora molto da fare. Spero di poterlo essere un giorno”, ha dichiarato Leclerc a Sky Sport 24. Il monegasco, come gli altri piloti, è impaziente di tornare alle corse, nonostante in questi giorni abbia fatto il suo debutto come attore in un cortometraggio del cineasta francese Claude Lelouch, con una Ferrari SF90 Stradale a Monaco.

“È stato bello recitare in altri ruoli, ma quando vado a dormire mi sveglio con l’idea di guidare di nuovo. Mi sto allenando molto per essere pronto per la Coppa del Mondo”, ha aggiunto. “È stato divertente, ma la realtà è diversa e spero di poter correre a Monte Carlo molto presto. È una sensazione speciale, difficile da spiegare”, ha condiviso il monegasco in Sky Uno.

“A Monte Carlo cresci con gli sport motoristici nelle vicinanze. Iniziano a montare gli stand molto prima del Gran Premio. Fin da bambino voleva far parte di questo mondo”, ha aggiunto. Il pilota Ferrari anticipa che correre di nuovo dopo tanti mesi di pausa presenta grandi sfide. ” Partire così tardi sarà difficile . È uno sport in cui non possiamo allenarci in pista e per cinque mesi non abbiamo fatto un giro”, ha riconosciuto.

Infine, Leclerc mette in evidenza il suo più grande ispiratore, Ayrton Senna, una figura che riconosce lo abbia stupito quando da bambino suo padre gliene parlava. “La mia più grande ispirazione è stata Senna, anche se non l’ho mai visto dal vivo perché è morto prima che io nascessi. Mio padre era un suo fan e mi ha raccontato molti aneddoti. È un personaggio che mi ha sempre interessato molto, ho visto film e letto libri su di lui. C’era molto talento, ma anche molto lavoro “, ha spiegato Leclerc per finire.

Ti potrebbe interessare: Leclerc afferma che l’arrivo di Sainz non gli garantirà lo status di numero 1

Hai le notifiche bloccate!!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento