in

Sainz sulla McLaren: “Sono stato colpito dalla reazione alla firma per la Ferrari”

Carlos Sainz rimasto molto colpito dalla reazione della McLaren alla firma con la Ferrari

Sainz

Se la McLaren ha una buona cosa, è che la trasparenza è una priorità, e questo ha permesso a Carlos Sainz di negoziare liberamente con la Ferrari, senza compromettere il suo rapporto professionale e personale con il team che lo paga ancora. Lo stesso non si può dire per chi sarà il suo sostituto in Woking, Daniel Ricciardo, che deve ancora completare la stagione 2020 con la Renault in un ambiente che non sarà più particolarmente favorevole con l’australiano. Per tutti questi motivi, Sainz apprezza in particolare il trattamento che ha ricevuto da McLaren ed è fermamente pronto a rispondere allo stesso modo.

“Capisco le persone che vogliono vedermi in rosso e lottare per podi e vittorie il più presto possibile, ma mi piace fare bene le cose”, afferma Carlos Sainz. “Mi resta un anno alla McLaren e, se possibile, voglio fare le cose al meglio. Li amo molto e sono molto grato a loro, voglio davvero finire bene . Quando sarò a Woking, metterò la Ferrari in un cassetto e penserò solo alla McLaren perché si sono comportati molto bene con me, si sono tutti congratulati con me e sono stati felici per me, e questo è qualcosa che non dimenticherò e voglio lasciare nel miglior modo possibile”.

Per questo, Carlos Sainz intende lavorare sull’eccellente base dello scorso anno, in cui si è scoperto come uno dei piloti più prestigiosi della griglia. «La base del 2019 è molto buona, dobbiamo apportare modifiche, ma non ne voglio nessuna radicale. Devo perfezionare i dettagli, come continuare a cercare di sfruttare diversi reparti della fabbrica. Un team di F1 è così grande e ha così tante persone che devi muoverti senza paura nella fabbrica, sei un pilota di F1 e alla gente piace conoscere la tua opinione ».

Alla domanda su quale congratulazione lo abbia maggiormente commosso dopo aver confermato il suo trasferimento in Ferrari, Sainz ammette che i segni di affetto mostrati dai membri della McLaren sono stati quelli che lo hanno maggiormente colpito. “Ci sono stati molti messaggi emotivi e amorevoli, che toccano molto, specialmente quando guardi indietro e vedi tutto quello che hai passato. È una cosa molto bella da vivere. Ciò che mi ha colpito di più è la reazione dei membri della McLaren, anche quelli con i quali non ho così tanti contatti, significa molto per me ”, ammette il pilota del Madrid.

Ti potrebbe interessare: Sainz: “Voglio costruire qualcosa di speciale con la Ferrari”

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento