in

Il rapporto con Vettel è “buono”, dice Binotto

Mattia Binotto assicura che il rapporto con Sebastian Vettel è ancora buono, nonostante abbiano deciso di non continuare a lavorare insieme

Mattia Binotto e Sebastian Vettel
Mattia Binotto e Sebastian Vettel

Mattia Binotto assicura che il rapporto con Sebastian Vettel è ancora buono, nonostante il fatto che entrambe le parti abbiano deciso di non continuare a lavorare insieme oltre il 2020.
Molti si aspettano un anno teso nei ranghi della Ferrari a causa dell’annuncio anticipato del cambio di pilota per il 2021 . Tuttavia, Binotto non ha paura di questa situazione, dal momento che assicura che lui e Sebastian Vettel mantengono un buon rapporto nonostante la rottura, quindi in linea di principio non si aspettano gesti di ribellione dal quattro volte campione.

Mattia Binotto assicura che il rapporto con Sebastian Vettel è ancora buono, nonostante abbiano deciso di non continuare a lavorare insieme

” Il rapporto con lui è buono. Quando c’è una separazione, ovviamente non tutto è buono, ma il rapporto è ancora buono e il ragionamento alla base di questo cambiamento è stato compreso. Tuttavia, spero che farà molto bene quest’anno perché è un grande professionista. Dovremo offrirgli l’auto ideale per poter fare il meglio “, afferma Binotto nelle dichiarazioni a Sky Italia. Binotto mostra il grande rispetto che ha per Vettel, ma non osa avventurarsi sul passo successivo del tedesco, anche se dubita che andrà in pensione.

“Penso che aver deciso oggi, con trasparenza e chiarezza, mostri maturità. Penso che sia corretto farlo sia per lui che per noi. Cosa Seb farà in futuro, solo lui lo sa: è un grande pilota e saprà scegliere cosa fare. Ha corso per sei anni in Ferrari, ci porta nel cuore “, aggiunge.” Il suo futuro? Penso che abbia molta passione per questo sport. Avrà voglia di correre, anche se dovrà fare una serie di riflessioni”, dice.

Infine, Binotto assicura di ritenere che fosse troppo presto per ingaggiare Antonio Giovinazzi nella squadra principale. “Il nostro progetto è a lungo termine. Antonio è un ragazzo che rispetto molto”, sottolinea. “L’anno scorso ha fatto la sua prima stagione in Formula 1, andare in Ferrari richiede troppe responsabilità. Contiamo sulla sua crescita e lo aiuteremo. Fa parte dei nostri piani, ma manca ancora di esperienza ” , dice Binotto per finire.

Ti potrebbe interessare: Mattia Binotto conferma l’interesse della Ferrari per le corse su IndyCar

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento