in

Alain Prost aveva già proposto Carlos Sainz alla Ferrari nel 2016

Già nel 2016 Alain Prost aveva consigliato alla Ferrari di ingaggiare Carlos Sainz come secondo pilota

Prost e Sainz
Prost e Sainz

Carlos Sainz sarà il pilota ufficiale del team Ferrari dalla stagione 2021, ma c’è un ex campione che nel 2016 ha già suggerito che l’uomo di Madrid fosse il candidato ideale per la Scuderia: Alain Prost. Prost ha fatto il nome di Sainz nel giugno 2016, appena un mese prima che la scuderia di Maranello rendesse ufficiale il rinnovo di Kimi Räikkönen. Il francese credeva che lo spagnolo fosse pronto per essere il numero due di Sebastian Vettel. “Vorrei vedere Sainz alla Ferrari. In una squadra le personalità devono adattarsi bene. Con Vettel potrebbe funzionare e sa già quale sia la pressione. Potrebbero esserci altri nomi, ma sceglierei Sainz”, aveva detto il quattro volte campione in dichiarazioni al Portale minute.auto.fr.

Vale la pena ricordare il contesto. A quel tempo Carlos aveva 21 anni e aveva appena dovuto sopportare la promozione di Max Verstappen nella prima squadra, mentre lui era stato relegato nella filiale Toro Rosso senza chiare prospettive a breve termine. Le esibizioni di Carlos avrebbero acquisito notorietà nel corso degli anni, fino a quando nel 2019 non si è consolidata come rivelazione della zona centrale della griglia di F1 con il team McLaren. Ma Alain Prost era già stato in grado di vedere qualcosa di speciale in lui in quella stagione 2016.

Alla domanda su chi fosse il talento più eccitante del momento, Prost ha dichiarato: “Naturalmente c’è Max Verstappen, ma c’è anche Carlos Sainz, che è un pilota di cui si parla meno”. “Mi piacerebbe vedere come si comporta in una squadra di alto livello. Si è sempre evoluto all’ombra di Verstappen, ma è impressionante.” Alain Prost non era più un opinionista, ma era già allora un ambasciatore per un team Renault che aveva acquistato la Lotus alla fine dell’anno precedente.

Il marchio francese sedurrà Carlos in seguito, fino a quando non riuscirà a convincere la Red Bull ad accettare il suo trasferimento a metà 2017 nel quadro delle negoziazioni che hanno portato allo scambio di motori tra Toro Rosso e McLaren nel 2018. Quello che è successo dopo è noto a tutti: la Renault ha fatto firmare Daniel Ricciardo nell’estate del 2018 e Carlos Sainz è andato alla McLaren nel 2019 dopo il ritiro di Fernando Alonso. L’anno brillante che ha recitato con quelli di Woking è stata la chiave che gli ha aperto le porte di Maranello per il 2021.

Ti potrebbe interessare: Prost ammette che Ricciardo potrebbe lasciare la Renault dopo il 2020

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento