in

Vettel e Ferrari: la fine del rapporto sarebbe vicina

I soliti bene informati assicurano che la fine del rapporto tra Sebastian Vettel e la Ferrari “non sarebbe fantascienza, ma una possibilità”

Sebastian Vettel - 2

I soliti bene informati assicurano che la fine del rapporto tra Sebastian Vettel e la Ferrari “non sarebbe fantascienza, ma una possibilità”. Non vi è ancora alcun accordo tra le due parti in merito alla durata del contratto e alla retribuzione e ciò porta a pensare a una possibile conclusione dell’accordo. L’ascesa di Charles Leclerc e la crisi del coronavirus costringono il quattro volte campione a fare un passo indietro, e l’edizione italiana del sito web americano Motorsport.com non è sicura che il tedesco sia disposto a farlo.

Il problema è che non vi è accordo sui punti critici del nuovo contratto, che sono la sua durata e il suo stipendio. Le prime indiscrezioni indicano che la Ferrari gli aveva offerto un contratto di un anno e questa settimana si parla di una nuova offerta per due anni. La Scuderia ha delle alternative ma … Vettel le ha? In questo senso, come ha menzionato alcuni giorni fa l’ex pilota di Formula 1 Paul di Resta, la Scuderia, per la sua posizione, avrebbe tutto il potere decisionale e Sebastian, sarebbe solo in grado di conformarsi.

Siamo in una situazione simile a quella del 2014, quando Vettel è stato superato da Daniel Ricciardo e ha deciso di firmare per la Ferrari. Dall’Italia raccomandano alla Scuderia di prendere una decisione coraggiosa come quella presa con la sostituzione di Kimi Räikkönen con Charles Leclerc alla fine del 2018. “Non è più fantascienza pensare che la storia tra Vettel e la Ferrari possa raggiungere i titoli di coda: una questione di numeri e orgoglio”, scrive Roberto Chinchero, giornalista della suddetta pubblicazione.

Vettel e Ferrari non sono sicuramente nella stessa posizione. Mentre la Scuderia può trovare buone alternative a Sebastian, sul mercato sarà difficile per Sebastian trovare un contratto come quello che ha avuto fino a quest’anno con la squadra italiana. Sebbene Sebastian sia sembrato finora la prima opzione per la Ferrari, dall’Italia avvertono che il tempo di decidere sta finendo poiché “i piani B hanno anche scadenze”.

Sebastian Vettel _ 5

Ti potrebbe interessare: Vettel non avrebbe mai dovuto lasciare la Red Bull secondo Ecclestone