in

Fiat Chrysler: calo del 12% delle vendite in America Latina a causa di Covid-19

Fiat Chrysler ha visto un calo delle vendite del 12%, con circa 106 mila unità immatricolate in America Latina nel primo trimestre 2020

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Fiat Chrysler questa settimana ha pubblicato il suo bilancio per il primo trimestre di quest’anno. I dati danno già un’idea degli impatti di Covid-19 sul business dell’azienda. Parlando in particolare della situazione dell’America Latina, Fiat Chrysler ha visto un calo delle vendite del 12%, con circa 106 mila unità immatricolate nel periodo. “I ricavi netti sono scesi del 32%, a 1,32 miliardi di euro, principalmente a causa delle minori vendite, nonché degli impatti negativi sui cambi dovuti all’indebolimento del reale”, sottolinea la FCA. Il calo delle vendite è giustificato anche dalla sospensione temporanea della produzione in Brasile dal 23 marzo.

Ciò nonostante, considerando i suoi risultati nel mondo, nel primo trimestre dell’anno Fiat Chrysler è riuscita a registrare un utile prima degli interessi e delle imposte (EBIT) dell’ordine di 52 milioni di euro. “La società ha registrato vendite per 20,6 miliardi di euro nel periodo, il che rappresenta un calo del 16% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Sono state vendute 818 mila unità, in calo del 21% rispetto al primo trimestre del 2019.

Si è verificata una perdita netta delle operazioni continue di 1,7 miliardi di euro e una perdita netta rettificata di 500 milioni di euro ”, precisa la società italo americana. Nonostante un ambiente difficile in America Latina, con diversi paesi che registrano un numero crescente di persone infette dal nuovo coronavirus, la FCA vede una prospettiva di miglioramento nei prossimi mesi.

“Visto il successo del riavvio delle operazioni nella joint venture in Cina, insieme alla rete di concessionari e alla ripresa della produzione nello stabilimento di veicoli commerciali di Atessa, in Italia, il 27 aprile, che opera circa il 70% della sua capacità normale, il gruppo è fiducioso delle sue prospettive. La ripresa della produzione in altre regioni sarà graduale per un periodo di tempo e in linea con la domanda dei consumatori. Sono state avviate le procedure di ritorno al lavoro per i nostri uffici e altre strutture che verranno implementate gradualmente, con l’uso diffuso e continuo di pratiche di lavoro a distanza ”, ha spiegato Fiat Chrysler in una nota.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler in India ha promesso un aiuto finanziario contro il coronavirus

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento