in

Dodge Challenger SRT Hellcat vs Camaro ZL1: ecco una drag race fra due potenti muscle car

Le due muscle car con motore V8 regolano i conti sull’asfalto attraverso una gara di accelerazione

Dodge Challenger SRT Hellcat Mustangabo

Sono anni ormai che Chevrolet, Dodge e Ford si continuano a scontrare nel segmento delle muscle car. All’interno di un video pubblicato su YouTube da Mustangabo possiamo vedere a confronto in una drag race una Dodge Challenger SRT Hellcat e una Chevrolet Camaro ZL1.

La vettura di FCA dispone di una carrozzeria colorata di bianco con del nastro blu presente sul retro e sul paraurti posteriore. Quest’ultimo è stato utilizzato per evitare danni alla vernice provocati degli pneumatici quando vengono riscaldati.

Dodge Challenger SRT Hellcat vs Camaro ZL1 Mustangabo
Dodge Challenger SRT Hellcat vs Chevrolet Camaro ZL1

Dodge Challenger SRT Hellcat: la muscle car di Mopar si scontra con una Camaro ZL1

Dall’altro lato abbiamo una Camaro ZL1 rivestita di nero che non ha né un nastro protettivo e né il pacchetto 1LE Extreme Track Performance. Entrambi i modelli dispongono di gomme progettate appositamente per le gare di accelerazione, oltre ad avere del nitro.

Purtroppo la descrizione della clip non riporta se i motori delle due vetture hanno ottenuto o meno un qualche tipo di modifica. In ogni caso, la drag race è avvenuta presso l’autodromo Aguascalientes El 4 Vientos in Messico, situato a circa due ore dallo stabilimento di San Luis Potosi dove vengono prodotti alcuni veicoli di Chevrolet.

La Camaro ZL1 pesa 1789 kg mentre la Dodge Challenger SRT Hellcat 2009 kg. Oltre ad essere più grande e più potente, la Hellcat è anche più economica in quanto costa circa 4000 dollari in meno della ZL1. Per scoprire la muscle car vincitrice di questa sfida, basta cliccare sul tasto Play dell’anteprima del video qui sotto.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento