in

FCA: il commento della dirigenza sulla ripresa produttiva in Italia

Ecco le parole del responsabile dell’area EMEA Pietro Gorlier

Dopo gli annunci dei giorni scorsi, nella giornata di oggi è ripresa l’attivazione di produzione di FCA in Italia. A dare il via alla ripartenza produttiva del gruppo in Italia è stato lo stabilimento Sevel di Atessa. La joint venture tra FCA e il gruppo PSA, che produce veicoli commerciali, ha ripreso oggi l’attività produttiva con la maggior parte degli oltre 6 mila dipendenti che sono tornati al lavoro.

Sempre oggi, inoltre, è ripartita la produzione di alcuni reparti di componentistica degli stabilimenti di Cassino, Pomigliano d’Arco, Termoli e Mirafiori la cui attività è strettamente connessa all’attività produttiva della Sevel. In tutti gli stabilimenti in cui sono riprese le attività è stato applicato il protocollo di sicurezza frutto dell’accordo firmato da FCA lo scorso 9 aprile con le organizzazioni sindacali nazionali FIM-CISL, UILM-UIL, FISMIC, UGLM, AQCFR e FIOM-CGIL.

La ripresa produttiva di FCA in Italia è stata commentata dalla dirigenza del gruppo ed, in particolare da Pietro Gorlier, COO della regione EMEA di FCA. Il manager ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Ciò che abbiamo dimostrato oggi alla Sevel di Atessa – è l’esempio concreto del nostro impegno prioritario nella protezione dei nostri lavoratori. La riapertura di oggi in Abruzzo, insieme alle attività di ricerca, sviluppo e produzione pre-serie dei modelli elettrici e ibridi a Torino e Melfi, sono il frutto di un lavoro approfondito con esperti e virologi concluso con un accordo con tutte le organizzazioni sindacali.

Gorlier ha anche descritto il lavoro di coordinamento con le autorità  per garantire una ripresa delle attività in modo completo in Italia: “Lavoriamo quotidianamente con il Governo e con tutte le autorità locali per rilanciare la produzione in Italia ma senza ammettere nessuna deroga alla sicurezza delle persone in ogni impianto produttivo o ufficio di FCA“. Nel corso delle prossime settimane, dopo il 4 maggio quando si registrerà l’inizio della “fase 2”, la ripresa produttiva in Italia sarà ancora più articolata e, gradualmente, andrà a coinvolgere tutti gli stabilimenti.

Applicato alla Sevel il protocollo di sicurezza concordato da FCA con i sindacati

Come previsto dall’accordo con i sindacati, prima della ripresa delle attività in Sevel sono stati effettuati interventi di pulizia, igienizzazione e sanificazione per tutte le strutture dello stabilimento. Tutte le aree sono state attrezzate con materiale sanitario (gel igienizzanti, saponi più aggressivi per i microrganismi, kit per le pulizie delle superfici, etc) a disposizione dei dipendenti che hanno ricevuto materiale informativo sulle misure di sicurezza da adottare per la ripresa produttiva.

A tutti i dipendenti è stato anche consegnato un kit personale comprendente mascherine chirurgiche e guanti (che sarà rinnovato ogni giorno) oltre ad un paio di occhiali protettivi da utilizzare durante le operazioni di pulizia del proprio posto di lavoro. La mascherina aggiuntiva, fa sapere FCA, potrà essere utilizzata per proteggersi durante gli spostamenti casa-lavoro con i mezzi pubblici.

Anche gli uffici sono stati ottimizzati con interventi per massimizzare la sicurezza dei dipendenti (ad esempio con l’utilizzo di barriere di protezione) e, dove possibile, continuerà ad essere incentivato lo smart working. Da notare, inoltre, che le attività di formazione, in particolare per quanto riguarda la sicurezza, continueranno attraverso modalità di e-learning.

A completare le misure di sicurezza messe in atto da FCA ci sono i controlli all’ingresso dello stabilimento Sevel, una parte centrale del protocollo di sicurezza che verrà ripetuta anche per tutti gli altri stabilimenti del gruppo. Nei controlli vengono effettuate misure della temperatura corporea, grazie alle telecamere termiche fisse e mobili, al fine di evitare possibili contagi.

Per maggiori dettagli in merito alla ripresa produttiva negli altri stabilimenti del gruppo sarà necessario attendere il prossimo 4 maggio e l’effettivo avvio della fase 2 annunciata nella giornata di ieri dal Governo. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento