in

Ferrari disponibile a fare doppie gare e ad allungare il calendario di F1

Ferrari è a favore dei doppi Grand Prix, di comprimere il programma dei weekend e persino di andare oltre novembre

GP Australia 2020 - 3

Mattia Binotto assicura che le squadre devono essere flessibili nel ricevere il possibile calendario che è stato progettato una volta che la crisi del coronavirus è terminata. Il boss della Ferrari ricorda che è volontà di tutti garantire il massimo numero di gare. Dunque la Ferrari è a favore dei doppi Grand Prix, di comprimere il programma dei weekend e persino di andare oltre novembre. Binotto afferma che la Ferrari è preparata per qualsiasi tipo di campionato derivante dalla FIA dopo la crisi del coronavirus. “Sappiamo da regolamenti sportivi che per avere una Coppa del mondo sono necessarie almeno otto gare, ma tutti ovviamente speriamo di poterne fare molte di più. Penso che ciò che sarà importante sarà che essere davvero flessibili ” , dice Binotto, parlando con Sky F1.

“Sono abbastanza sicuro che Chase e le squadre siano in grado di mettere insieme il miglior campionato possibile. Da parte mostra siamo pronti a tutto … weekend più brevi, doppie gare, calendario lungo etc. È importante essere flessibili e assicurarsi di offrire buone gare anche ai fan “, aggiunge. Anche se il boss della Ferrari spera di poter iniziare la stagione all’inizio di luglio, ammette che è ancora troppo presto per sapere con certezza la data di inizio.

“Penso che sia difficile rispondere quando inizierà la stagione. Nessuno può saperlo. La Formula 1 cerca di organizzare la stagione migliore, forse a partire dall’inizio di luglio è possibile, ma al momento non abbiamo alcuna conferma”, assicura. “Penso che entro la fine di maggio avremo un quadro più chiaro. Penso che siamo tutti interessati a iniziare a correre il più presto possibile e tenere il maggior numero possibile di gare, ma penso che sia troppo presto ora per avere un quadro chiaro del futuro” ha concluso il numero uno della Ferrari.

Ti potrebbe interessare: Binotto: “In alcune aree Leclerc può ancora imparare molto da Vettel”