in ,

FCA vendite in calo del -10% negli USA nel primo trimestre del 2020

Sui risultati del gruppo pesa il calo registrato a marzo

Si chiude in negativo il primo trimestre del 2020 per FCA negli USA. Come sottolineato dal gruppo, il calo registrato al termine dei primi tre mesi dell’anno è legato a doppio filo al calo dovuto al lockdown del mese di marzo, resosi necessario per arginare la diffusione del Coronavirus sul territorio americano, mentre i mesi di gennaio e febbraio hanno fatto registrare risultati positivi per l’azienda (che però non ha divulgato i dati precisi).

Al termine del primo trimestre del 2020, il gruppo FCA ha venduto 446 mila unità negli USA facendo registrare un calo del -10% rispetto ai risultati raccolti nel corso dello stesso periodo dello scorso anno, quando il totale di unità vendute si fermò a 498 mila unità. Il calo riguarda quasi tutti i brand del gruppo con il solo marchio RAM che mostra risultati in contro-tendenza.

Ricordiamo che, a causa del lockdown, i dati di vendita di questo mese di aprile e dei mesi successivi potrebbero essere molto negativi sia per FCA che per tutto il resto del mercato americano. Negli USA, infatti, l’emergenza Coronavirus è ancora molto lontana dall’essere debellata e, soprattutto in alcune aree come New York, i problemi potrebbero durare ancora per un bel po’.

Vediamo, quindi, come sono andate le vendite di FCA negli USA nel corso del primo trimestre:

Jeep

Per Jeep il primo trimestre dell’anno si chiude con 182 mila unità vendute e con un calo del -14% rispetto ai risultati raccolti nel corso del primo trimestre dello scorso anno, quando le vendite superarono quota 212 mila. Il modello più venduto di Jeep è la Grand Cherokee che tocca quota 50 mila unità vendute nel periodo considerato facendo registrare un calo del -13%.

Da segnalare anche 39 mila unità vendute di Wrangler, in calo del -21%, e le 33 mila unità vendute di Cherokee, in calo del -32%. Bene il Gladiator, non disponibile lo scorso anno, che raggiunge quota 15 mila unità vendute. Calano le vendite delle “compatte” della gamma Jeep con la Compass che si ferma a 29 mila unità vendute (-20%) e la Renegade che raggiunge quota 14 mila unità vendute (-22%).

Jeep Cherokee

Dodge, RAM e Chrysler

Il marchio RAM è l’unico brand di FCA che registra dati positivi chiudendo il trimestre con un totale di 140 mila unità vendute ed una crescita del +3% rispetto ai dati raccolti nel corso del primo trimestre dello scorso anno. Risultati negativi, invece, per Chrysler che fa segnare il -5% nel trimestre con un totale di 30 mila unità vendute. Da segnalare la crescita della Pacifica che chiude il trimestre con 24 mila unità vendute ed un buon +5%.

In forte calo, invece, il brand Dodge che chiude il primo trimestre dell’anno con 88 mila unità vendute ed -20% nel confronto con lo scorso anno. In calo del -10% sia la Charger che la Challenger mentre cala del -30% la Caravan, modello più venduto del brand, che si ferma a poco meno di 25 mila unità vendute.

Ram 1500 Laramie Southwest Edition 2020

Alfa Romeo e Fiat

In calo anche i marchi italiani di FCA. Il marchio Alfa Romeo, come abbiamo visto nel nostro articolo d’approfondimento, chiude il primo trimestre con un calo del -14% rispetto ai dati raccolti nello stesso periodo dello scorso anno. Per il brand, le vendite si fermano a 3703 unità nel corso dei primi tre mesi. Il modello più venduto di Alfa Romeo è lo Stelvio.

Male anche Fiat che cala del -49% con appena 1.128 unità vendute. Per il marchio, che attende il debutto della Nuova Fiat 500 per il rilancio, il modello più venduto è la 124 Spider che si ferma a 388 unità vendute con un calo del -24%. Appena 283 unità vendute per la 500X che registra un poco confortante -63%.

Il marchio Fiat continuerà a vivere un periodo molto negativo in Nord America, anche considerando lo scarso interesse dei modelli in gamma, e solo con il lancio della nuova 500 elettrica potrebbe tornare a crescere sfruttando la crescente richiesta di modelli a zero emissioni che si sta registrando in Nord America.

Per il momento,  quindi, non ci resta che attendere i prossimi mesi per verificare come si evolverà la situazione in Nord America. Ricordiamo che il prossimo appuntamento con i dati di vendita di FCA negli USA è fissato per il mese di luglio quando verranno diffusi i dati relativi al secondo trimestre dell’anno.