in ,

Alfa Romeo: vendite in calo del -14% nel primo trimestre del 2020 negli USA

Il lockdown di marzo frena le vendite di Alfa Romeo in Nord America

Il primo trimestre del 2020 si chiude con un calo di vendite negli USA per Alfa Romeo. Il risultato, come sottolineato anche da FCA, è legato ad un forte calo delle consegne dovuto al “lockdown” che ha coinvolto buona parte del Nord America nel corso della seconda metà del mese di marzo al fine di contenere la diffusione del Coronavirus.

Tutto il gruppo, compreso Alfa Romeo, ha fatto registrare risultati incoraggianti nel corso dei mesi di gennaio e febbraio ma il calo di marzo ha pregiudicato quanto di buono fatto ad inizio anno. Ricordiamo che FCA, in Nord America, rilascia i dati di vendita su base trimestrale, senza fare distinzioni per quanto riguarda i risultati mensili.

Nel corso dei primi tre mesi dell’anno, quindi, Alfa Romeo ha distribuito un totale di 3.703 unità negli USA, con un calo di poco più di 500 unità rispetto al primo trimestre dello scorso anno. Il risultato percentuale fatto registrare da Alfa Romeo al termine del primo trimestre dell’anno è pari ad un calo del -14% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Rispetto ai dati del primo trimestre del 2018, il calo delle vendite è superiore al -30%.

Ricordiamo che Alfa Romeo, dopo il lancio di Giulia e Stelvio MY2020, non ha nuovi modelli in arrivo nel corso dei prossimi mesi. L’espansione della gamma del marchio italiano è rimandata al secondo semestre del 2021 quando ci sarà il debutto ufficiale dell’Alfa Romeo Tonale. Il nuovo C-SUV sarà commercializzato, come confermato già lo scorso anno, anche negli USA con tempistiche simili a quelle che riguarderanno il mercato europeo.

Stelvio si conferma il modello più venduto

Passiamo ora all’analisi delle vendite dei singoli modelli Alfa Romeo negli USA. Lo Stelvio conserva il titolo di modello più venduto negli Stati Uniti mettendo assieme un totale di 1,913 unità vendute nel corso del primo trimestre dell’anno. Nel confronto con i dati dell’anno precedente, il SUV fa segnare un calo percentuale del -13%. Rispetto al primo trimestre di due anni fa, invece, il calo sfiora il -30%.

Dati molto simili per l’Alfa Romeo Giulia. La berlina italiana si ferma a 1.759 unità vendute nel corso del primo trimestre dell’anno negli USA facendo registrare un calo percentuale del -14% rispetto ai risultati ottenuti nel corso dello stesso periodo dello scorso anno quando il totale di consegne superò, di poco, quota 2.000 unità. Nel confronto con i dati del primo trimestre del 2018 si registra un calo pari a circa il -33%.

Ricordiamo che, sia per Giulia che per Stelvio, nel corso del primo trimestre del 2020 si è registrato il debutto dell’atteso Model Year 2020 che introduce, anche sulle varianti americane dei due modelli prodotti a Cassino, le novità viste sul MY 2020 europeo, disponibile nelle concessionarie italiane dall’inizio del mese di gennaio. Le nuove Giulia e Stelvio MY 2020 potrebbero aver dato un buon contributo alle vendite di Alfa Romeo prima che il calo registrato nel corso del mese di marzo andasse ad alterare i risultati.

A completare le vendite di Alfa Romeo ci sono le 31 unità dell’Alfa Romeo 4C. La piccola sportiva, entrata nell’ultimo anno di commercializzazione, registra un calo del -24% (pari a 10 unità vendute in meno) rispetto ai dati raccolti nel corso dello stesso periodo dello scorso anno. Le vendite della 4C si interromperanno nel corso della seconda metà dell’anno.

Il secondo trimestre che inizia oggi sarà davvero poco significativo per le vendite di auto. Il lockdown dovuto al Coronavirus ha, infatti, bloccato il mercato delle quattro ruote anche se FCA sta mettendo in atto iniziative simili a quelle lanciate in Europa per incentivare gli acquisti “da casa” di nuovi veicoli. Molto dipenderà da come si evolverà la situazione in Nord America.

I dati relativi al secondo trimestre dell’anno (e al primo semestre) verranno divulgati nel corso del prossimo mese di luglio quando, si spera, l’emergenza legata al Coronavirus sarà definitivamente rientrata. Ulteriori aggiornamenti sulla situazione arriveranno, senza dubbio, nel corso dei prossimi giorni. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti sulle vendite di Alfa Romeo.