in

Fiat Chrysler non vede ritardi nella fusione con PSA secondo la FIOM

Fiat Chrysler non ha menzionato alcun possibile ritardo nel processo di fusione con PSA durante una telefonata con la FIOM

Fusione FCA PSA

Fiat Chrysler non ha menzionato alcun possibile ritardo nel processo di fusione con il gruppo francese PSA durante una telefonata con i sindacati martedì. Lo ha detto il sindacato metalmeccanico FIOM. “Non ci è stato segnalato alcun ritardo per la fusione con PSA”, ha detto a Reuters il rappresentante della FIOM Michele De Palma, correggendo una precedente dichiarazione della FIOM che affermava che un ritardo era “certo” data la situazione attuale. I rappresentanti dell’Unione hanno tenuto una teleconferenza martedì con il Chief Operating Officer di FCA per l’Europa, il Medio Oriente e l’Africa, Pietro Gorlier per discutere dell’emergenza del coronavirus.

Fiat Chrysler non ha menzionato alcun possibile ritardo nel processo di fusione con PSA durante una telefonata con la FIOM

De Palma ha confermato, tuttavia, che durante l’incontro Fiat Chrysler Automobiles ha dichiarato che il suo piano industriale avrebbe subito un ritardo. La scorsa settimana l’azionista di controllo di FCA Exor ha dichiarato di prevedere che la fusione con PSA sarebbe stata completata all’inizio del prossimo anno, come inizialmente previsto. FCA al momento non si è resa disponibile per un commento.

Ti potrebbe interessare: PSA: il gruppo francese ha negato che la fusione con FCA sia minacciata dall’epidemia di coronavirus

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento