in

Fiat Chrysler: gli stabilimenti in Europa rimarranno chiusi anche ad inizio aprile

Fiat Chrysler Automobiles ha prolungato le interruzioni della produzione nei suoi stabilimenti in Europa di almeno un’altra settimana

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Fiat Chrysler Automobiles ha prolungato le interruzioni della produzione nei suoi stabilimenti in Europa di almeno un’altra settimana. Le fabbriche automobilistiche in Italia rimarranno chiuse dopo che il governo ha ordinato di interrompere le attività non essenziali fino al 3 aprile per contenere la pandemia di coronavirus. Inizialmente le fabbriche dovevano riprendere la produzione il 27 marzo.

Prolungato lo stop delle fabbriche di Fiat Chrysler in Europa

Le fermate riguardano gli stabilimenti Fiat di Mirafiori, Cassino, Pomigliano e Melfi dove vengono costruite le vetture Fiat, Jeep e Alfa Romeo. Anche le fabbriche Maserati a Grugliasco e Modena rimarranno chiuse, così come lo stabilimento Sevel di FCA, che la casa automobilistica gestisce insieme al gruppo PSA.

La fabbrica Fiat Chrysler Automobiles di Kragujevac, in Serbia, che costruisce la 500L, rimarrà chiusa fino al 3 aprile. La produzione nello stabilimento della casa automobilistica a Tychy, in Polonia, sarà interrotta fino al 10 aprile.

Fiat Chrysler Automobiles ha dichiarato di voler riprendere la produzione della nuova 500 elettrica a Mirafiori e della Jeep Compass a Melfi il 6 aprile se il blocco in Italia viene rimosso o alleggerito. La produzione dovrebbe inoltre riprendere in quella data anche nello stabilimento della Sevel.

Ti potrebbe interessare: FCA: ancora diverse settimane di stop per la produzione in Nord America del gruppo italo americano

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento