in

FCA: ancora diverse settimane di stop per la produzione in Nord America

L’azienda spera di riprendere le attività nella seconda metà di aprile

La scorsa settimana il gruppo FCA ha interrotto la produzione in Nord America sino alla fine del mese di marzo a causa dell’incremento dei contagi da Coronavirus. Dopo diversi giorni di incertezza, in cui FCA, così come Ford e General Motors, ha tentato in ogni modo di continuare a produrre, l’azienda è stata costretta allo stop completo dei suoi impianti negli USA e in Canada. A breve distanza è poi arrivato anche lo stop produttivo per gli impianti di produzione in Messico.

In queste ore, arrivano nuovi aggiornamenti sulla questione. Lo stop produttivo per gli stabilimenti nordamericani di FCA potrebbe andare ben oltre la fine del mese di marzo. Al momento, infatti, non ci sarebbero le condizioni per una ripresa produttiva nel giro di pochi giorni anche in considerazione del moltiplicarsi dei casi registrato in questa settimana.

Stando a quanto dichiarato oggi ai media americani, FCA spera di riprendere le attività produttive in Nord America nella seconda metà del mese di aprile. In sostanza, rispetto alla data annunciata la settimana scorsa, ci sarebbero almeno altri 14 giorni di stop aggiuntivi per tutti gli stabilimenti di produzione del gruppo che, nel frattempo, cercherà di mettere in atto le contro misure migliori per arginare il contagio e garantire la salute dei lavoratori.

L’obiettivo di riaprire gli stabilimenti riguarda esclusivamente gli USA ed il Canada mentre per il Messico, al momento, non ci sarebbero ancora piani definitivi per quanto riguarda la ripresa produttiva delle prossime settimane. Da notare, inoltre, che  le scelte di FCA saranno legate anche ai provvedimenti che verranno presi dai singoli Stati americani in base all’andamento dei contagi nelle varie aree geografiche del Paese.

Stop prolungato anche in Europa

In attesa di capire quali saranno i provvedimenti del Governo italiano, diversi stabilimenti di produzione di FCA dovrebbero restare fermi anche in Europa per le prossime settimane. C’è, ad esempio, da evidenziare il caso dello stabilimento di Cassino che potrebbe riprendere l’attività produttiva solo dopo 9 settimane di cassa integrazione dovuta sia all’emergenza Coronavirus che alle scarse vendite dei modelli Alfa Romeo negli ultimi mesi.

Nel frattempo, a Melfi si starebbe valutando la possibilità di riprendere l’attività già ad inizio aprile (sempre in accordo con quelle che saranno i provvedimenti normativi del Governo italiano). Non ci sono ancora informazioni precise in merito ad altri stabilimenti di produzione del gruppo nel nostro Paese ma segnaliamo che proprio oggi Exor ha confermato che gli impianti di FCA potrebbero restare chiusi ancora per un bel po’. 

Al momento, in particolare in Italia, la situazione legata alle attività produttive va valutata praticamente giorno per giorno ed anche FCA dovrà adeguarsi a quelli che saranno i provvedimenti generali. Maggiori dettagli sulla ripresa delle attività produttive arriveranno, quindi, già sul finire della settimana. Nel frattempo, c’è da considerare che le vendite di nuove auto sono praticamente ferme e, molto probabilmente, continueranno ad esserlo ancora per diverse settimane.