in

Batterie al litio-aria: i ricercatori risolvono due importanti problemi

Gli studiosi sudcoreani risolvono due problemi che permetteranno di proseguire con lo sviluppo di queste speciali batterie

Batterie auto elettriche e ibride investimenti

Alcuni ricercatori sudcoreani hanno iniziato lo sviluppo di batterie al litio-aria che presentano una struttura molto particolare. Nello specifico, le unità dispongono di elettrodi dotati di una struttura porosa la quale permette di incrementare la densità energetica, sfruttando l’interazione con l’aria e l’ossigeno presente al suo interno.

Dopo aver annunciato lo sviluppo delle batterie al litio-aria, gli studiosi hanno ammesso che ci sono alcuni problemi da risolvere. Per iniziare, il sistema di queste unità propone un rilascio di energia parecchio lento che non permette di applicarle alle auto, quindi i ricercatori sudcoreani devono aumentare la quantità di energia da cedere.

Batterie al litio-aria
Batterie al litio-aria, ora è stato implementato un nuovo catalizzatore a due strati

Batterie al litio-aria: continua lo sviluppo di queste speciali unità in Corea del Sud

Se ciò non bastasse, le batterie durano poco in quanto dopo soli due mesi produrrebbero già delle prestazioni ridotte. Fortunatamente, gli studiosi stanno compiendo dei passi da gigante per rendere queste batterie un prodotto fattibile.

Nelle scorse ore, i ricercatori hanno annunciato di aver trovato le soluzioni per risolvere i due problemi succitati. In particolare, la batteria al litio-aria ora dispone di un catalizzatore composto da due strati anziché uno. Questo elemento che riveste gli elettrodi, permette di incrementare le performance.

Batterie al litio-aria

Il primo strato del nuovo catalizzatore è composto da perovskite (un minerale composto da titanato di calcio) con l’aggiunta di manganese. Questo si occupa di aumentare il rilascio di energia. Il secondo, invece, è composto da ossido di cobalto e permette di ottimizzare la fase di ricarica.

Gli esperti affermano che questa tecnologia riesce a dare il meglio di sé quando vengono depositati sugli elettrodi 20 strati alternati dei due materiali. Grazie a questi cambiamenti, ora la batteria al litio-aria può essere utilizzata senza problemi anche sulle auto elettriche in quanto adesso è capace di trasferire energia sufficiente al motore.

Inoltre, bisogna considerare che questa struttura permetterebbe di produrre delle batterie più leggere e più efficienti, quindi le case automobilistiche avrebbero la possibilità di realizzare vetture meno pesanti ma in grado di offrire un’autonomia superiore rispetto agli attuali standard. Non ci resta che attendere i prossimi mesi per scoprire gli ulteriori sviluppi che verranno fatti dai ricercatori sudcoreani.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento