in ,

Lancia Delta HF Integrale Evo 2: ecco un esemplare da oltre 650 CV | Video

Il pilota austriaco si affidato al tuner Ing. Gabat Tuning per potenziare la sua vettura

Lancia Delta HF Integrale Evo 2 Felix Pailer

Continuiamo con gli speciali esemplari della Delta Integrale parlandovi questa volta del modello di Felix Pailer. Questa vettura è stata modificata completamente in quanto adesso è in grado di sviluppare una potenza di 670 CV e 830 nm di coppia massima.

Nel video presente in fondo all’articolo, pubblicato su YouTube da HillClimb Monsters, è possibile apprezzare la Lancia Delta HF Integrale Evo 2 con il suo prestante motore turbo a quattro cilindri in linea da 2.1 litri totalmente modificato che gli consente di sfrecciare fra le curve della salita.

Lancia Delta HF Integrale Evo 2 Felix Pailer
Lancia Delta HF Integrale Evo 2 di Felix Pailer ha subito varie modifiche negli ultimi anni

Lancia Delta HF Integrale Evo 2: il pilota Felix Pailer mostra in azione il suo bolide

Secondo le informazioni riportate nella descrizione del video, questa vettura sarebbe in grado di scattare da 0 a 100 km/h in soli 2 secondi. Il famoso pilota austriaco ha deciso di potenziare la sua Delta HF Integrale Evo 2 con l’aiuto del preparatore Ing. Gabat Tuning, attraversando vari step di potenza.

Basti pensare che la prima versione del veicolo sviluppava circa 300 CV di potenza. Vista la partecipazione alle gare in salita, Felix Pailer ha deciso di potenziare ancor di più il suo esemplare della leggenda del rally portando la potenza a oltre 650 CV e oltre 800 nm.

Lancia Delta HF Integrale Evo 2 Felix Pailer

La carrozzeria della vettura è caratterizzata da un body kit estremo che ha visto l’implementazione di un grosso alettone fisso sulla parte posteriore, ampie minigonne laterali, passaruota allargati e assetto ribassato.

Oltre a questo, la Lancia Delta HF Integrale Evo 2 dispone di gomme slik da pista e un telaio completamente rivisto per poter supportare senza problemi la grossa potenza erogata dal quattro cilindri turbo. Le modifiche fatte dal preparatore austriaco, purtroppo sconosciute, hanno portato il peso complessivo dell’auto a soli 1030 kg.

Non ci resta che lasciarvi con il video di HillClimb Monsters per apprezzare voi stessi le prestazioni estreme di questo bolide a trazione Integrale che, con i suoi tempi, riesce a battere molte supercar moderne.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento