in ,

Alfa Romeo: vendite in calo del -19.6% in Italia a febbraio

Pesa il calo del -30% delle consegne dello Stelvio

Dopo aver registrato il debutto ufficiale delle nuove Giulia GTA e GTAm, è tempo di tornare alla realtà del marchio Alfa Romeo ed ai dati di vendita relativi al mese di febbraio appena concluso. Nel corso del secondo mese dell’anno, Alfa Romeo ha registrato un totale di appena 1.903 unità vendute in Italia con un calo del -19,6% rispetto ai risultati ottenuti nel corso del mese di febbraio dello scorso anno.

Il risultato di Alfa Romeo è nettamente peggiore rispetto al risultato dell’intero mercato auto italiano che ha chiuso il mese di febbraio con 162 mila unità vendute ed un calo del -8.8% rispetto ai dati del febbraio dello scorso anno. Sulle vendite registrate a febbraio potrebbe avere avuto un impatto significato l’epidemia di Coronavirus registrata a partire dal 20 febbraio. L’effettivo impatto del Coronavirus sulle vendite di auto sarà più chiaro nel corso dei prossimi mesi.

Torniamo ad Alfa Romeo. Il marchio italiano ha chiuso i primi due mesi dell’anno con un totale di 3.702 unità vendute in Italia facendo registrare un calo netto rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, quando il totale di consegne sfiorò quota 5 mila unità. Il calo percentuale nel confronto tra il 2020 ed il 2019 è pari al -23.5%.

Ricordiamo che dopo i primi due mesi del 2018 le vendite del marchio italiano superarono quota 9 mila unità. Nel confronto tra il 2018 ed il 2020, Alfa Romeo fa registrare più di 5 mila unità vendute in meno sul mercato italiano, un dato che chiarisce in misura evidente la crisi del marchio dovuta, in particolare, alla riduzione della gamma (la MiTo è uscita di produzione a metà 2018 e la Giulietta è prossima allo stop definitivo) ed all’assenza di novità.

Alfa Romeo Stelvio: inizio di 2020 in calo

Alfa Romeo deve fare i conti con un rallentamento delle vendite dell’Alfa Romeo Stelvio che, di fatto, rappresenta oramai l’unico punto di riferimento della gamma del marchio italiano. Il SUV prodotto nello stabilimento di Cassino ha chiuso il mese di febbraio con un totale di appena 624 unità vendute, un risultato nettamente inferiore rispetto alle oltre 900 unità vendute nel corso del febbraio dello scorso anno. In questo caso, il calo percentuale dello Stelvio è superiore al -30%. 

Nel corso dei primi due mesi dell’anno, Alfa Romeo ha venduto un totale di 1.407 unità di Stelvio. Anche in questo caso, c’è da registrare un netto calo delle consegne per il SUV nel confronto con il 2019. Dopo i primi due mesi dello scorso anno, le vendite dello Stelvio sfiorarono quota 2 mila unità in Italia. Il confronto tra i dati del 2020 e i dati del 2019 conferma un calo per il SUV pari al -26%.

Fuori dalla top 10 dei rispettivi segmenti, invece, ci sono sia la Giulia che la Giulietta. Per maggiori dettagli sulle vendite dei due modelli sarà necessario attendere i prossimi giorni.

Alfa Romeo: le prossime novità arriveranno solo nel 2021

Al netto delle nuove Giulia GTA e GTAm, i prossimi mesi saranno privi di novità per il marchio Alfa Romeo che punterà sul 2021 per avviare il suo programma di rilancio. Il marchio italiano, infatti, ha appena presentato i Model Year 2020 di Giulia e Stelvio, che per ora non hanno avuto alcun impatto positivo sulle vendite dei due modelli di segmento D, e si prepara a dire addio alla Giulietta che, come noto, non riceverà una nuova generazione.

Come confermato in via ufficiale la scorsa settimana, l’avvio della produzione dell’Alfa Romeo Tonale, che di fatto rappresenta l’erede della Giulietta, è previsto per la seconda metà del 2021. Di conseguenza, è lecito attendersi una risalita delle vendite per il marchio italiano in Europa soltanto sul finire del prossimo anno. Sarà, invece, necessario attendere il 2022 per il debutto dell’Alfa Romeo B-SUV, il nuovo entry level del brand di cui, al momento, non si conosce ancora alcun dettaglio.