in

Auto elettriche: la ricarica wireless potrebbe arrivare molto presto

Il mese prossimo partiranno dei test nel Regno Unito con dei taxi elettrici

Alcuni degli smartphone di ultima generazione possono essere caricati usando anche la tecnologia di ricarica wireless. Questa permette di ricaricare la batteria senza connettere fisicamente il dispositivo al caricatore da parete usando un cavo USB.

Questo nuovo standard potrebbe debuttare presto anche sulle auto elettriche e addirittura sarebbe la chiave di svolta per la diffusione della mobilità elettrica in tutto il mondo. La ricarica wireless potrebbe essere una valida soluzione per sostituire le colonnine di ricarica fisiche che troviamo già in diverse parti del mondo.

Auto elettriche ricarica wireless
La ricarica wireless per le auto elettriche è stata già testata da BMW

Ricarica wireless: le auto elettriche potrebbero essere presto compatibili

Il mese prossimo partirà nel Regno Unito un progetto molto interessante che prevede l’installazione di 10 basi di ricarica wireless per taxi elettrici. Queste stazioni di wireless charge verranno installate presso la stazione ferroviaria di Nottingham.

Proprio come avviene con gli smartphone di ultima generazione, il processo di ricarica ad induzione potrà essere fatto in maniera molto semplice. Il pad di ricarica dispone di un campo magnetico oscillante che viene raccolto dalla stessa frequenza di quello presente nel veicolo a zero emissioni. Tale operazione avvia in automatico la fase di ricarica del pacco batterie.

Auto elettriche ricarica wireless

Gli esperti affermano che questo sistema è totalmente sicuro e propone un tasso di efficienza quasi simile a quello del collegamento fisico a una stazione di ricarica tradizionale. Naturalmente, al momento parliamo di un sistema di ricarica ancora da testare a fondo e inoltre le case automobilistiche non sono ancora in grado di proporre delle vetture compatibili.

BMW UK sembrava esserlo già nel 2018 con la 530e plug-in hybrid ma alla fine ha deciso di rinunciare poiché le batterie non supportavano la ricarica ad induzione.

Auto elettriche ricarica wireless

Al contrario, Rolls-Royce non ha ancora deciso di entrare a far parte della mobilità elettrica in quanto sostiene che i clienti sono bloccati dall’acquisto di un veicolo a zero emissioni proprio per i cavi e le modalità di ricarica disponibili al momento. L’azienda sarebbe pronta ad entrare in questo settore solo con un veicolo capace di ricaricarsi via wireless.

Alcune case automobilistiche come Volkswagen sostengono che l’induzione potrebbe permettere la ricarica delle auto elettriche anche in movimento. Infine, anche Renault sta lavorando sulla ricarica wireless dinamica con i primi test che partiranno presto a Parigi.