in

Assicurazione auto Kasko: che cos’è

Ecco la polizza regina per eccellenza, perché è una protezione totale della macchina

Incidente con assicurazione kasco cosa comprende

Uno scudo totale alla vettura? Assicurazione auto Kasko. Che è una polizza facoltativa sia per l’automobilista sia per la compagnia: questa è libera di non assicurare il potenziale cliente, così come è libera di praticare i prezzi che crede. È costosissima, la regina delle polizze. Alcune compagnie la vendono da sola. Per altre, la garanzia Kasko è acquistabile solo in aggiunta alle garanzie Incendio e furto, Cristalli, Eventi naturali e Atti vandalici. In questo, si distingue dalla Rc auto: obbligatoria sia per l’automobilista sia per la compagnia. Fermo restando che l’impresa può fare un preventivo di qualsiasi prezzo, in base a una propria politica interna.

Assicurazione auto Kasko: cosa copre

Come spiega l’Ania (Associazione delle assicurazioni), la garanzia Kasko copre i danni propri, cioè subiti dal proprio veicolo per responsabilità totale o parziale del conducente. Magari andando a sbattere contro un muro da soli, come nella foto. Nei limiti del valore assicurato, l’impresa indennizza i danni materiali e diretti subiti dal veicolo assicurato a seguito di: collisione con altro veicolo identificato, urto, ribaltamento, uscita di strada. Verificatisi durante la circolazione, indipendentemente dalla responsabilità dell’assicurato. Per schematizzare:

  • la Rc auto copre i danni che io causo all’altra auto, mentre non ricevo un euro per i danni che io provoco alla mia macchina;
  • la Kasko copre anche i danni che io causo alla mia auto quando faccio un incidente o quando esco di strada.

Diversi tipi di assicurazione auto Kasko: quali

L’Ivass (Istituto di vigilanza sulle assicurazioni) fa una distinzione in materia di assicurazione auto Kasko.

  • Entro il capitale assicurato e a seconda della formulazione, Kasko collisione “a primo rischio assoluto”, oppure Kasko limitata a collisione, copre i danni materiali e diretti subiti dal veicolo assicurato a seguito di collisione con altro veicolo identificato.
  • Kasko completa autovetture copre i danni materiali e diretti subiti dal veicolo durante la circolazione a seguito di urto contro ostacoli fissi, ribaltamento, uscita di strada, collisione con altri veicoli (identificati o no) o con animali.
  • Pagando di più, c’è un “accordo valore costante”: in caso di danno totale, la liquidazione considera il valore attribuito al veicolo alla sottoscrizione del contratto annuale anziché la valutazione relativa al mese di accadimento del sinistro.

La Kasko scatta anche quando si va a sbattere contro un marciapiede

Il ventaglio di assicurazione auto Kasko

Nel mercato assicurativo auto, ogni compagnia offre un contratto diverso. Per esempio, groupama.it prevede 4 Kasko.

  1. Kasko Completa. Indennizza i danni materiali e diretti subiti dal veicolo assicurato in conseguenza di collisione con altro veicolo, con persone od animali; caduta di oggetti e materiali, ribaltamento e uscita di strada e in genere urto contro ostacoli o contro oggetti di qualsiasi tipo.
  2. Kasko limitata (collisione). Risarcisce i danni materiali e diretti subiti dal veicolo assicurato in conseguenza di collisione con altro veicolo targato o ciclomotore, purché identificati.
  3. Collisione agevolata. Rimborsa tutti i danni materiali e diretti subiti dal veicolo assicurato in conseguenza di collisione, con altro veicolo targato o ciclomotore, purché identificati, senza applicazione di scoperti o franchigie. Tale garanzia è prestata a valore a nuovo, tuttavia le spese per il ripristino del veicolo non potranno in nessun caso essere superiori al valore commerciale del veicolo al momento del sinistro.
  4. Urto o collisione con animali ungulati. Per i danni materiali e diretti subiti dal veicolo assicurato a seguito di urto o collisione con animali ungulati. Non rientrano in garanzia i danni da interruzione di attività, i costi di traino, deposito, reimmatricolazione e/o revisione e, in generale, i danni non direttamente subiti dal veicolo in conseguenza del verificarsi dell’evento.

I limiti della Kasko

La formula Kasko collisione “a primo rischio assoluto” garantisce i danni fino a un ammontare massimo predeterminato. E la scelta del riparatore è soggetta a limitazioni. Essendo prevista una franchigia, il danno non è totalmente rimborsato. Sono previsti meccanismi di riduzione della franchigia ma, in caso di danni elevati in assenza di franchigia, il contratto prevede la disponibilità dell’intero capitale assicurato.

  • Le formule Kasko limitata a collisione e Kasko completa autovetture, in cambio di un determinato sconto sul premio, prevedono l’opzione di “Indennizzo in forma specifica”: l’obbligo di rivolgersi in caso di sinistro a una carrozzeria convenzionata, il cui elenco è disponibile sul sito internet dell’impresa.
  • Può esserci uno schema di questo tipo. Si può scegliere tra le seguenti combinazioni di scoperto e minimo: 15% e € 516, 20% e € 516, 20% e € 1033. Più bassi franchigia e scoperti, e più alto il massimale, più costosa la polizza Kasko.
  • Ecco un esempio di genertel.it che riguardano scoperto e minimo in caso di danni al veicolo (Kasko). Somma assicurata: 20.000 euro. Danni a seguito del sinistro: 2.000 euro. Scoperto: 10%. Ossia 200 euro con un minimo di 250 euro. Parte di danno a carico di Genertel: 1.750 euro. Parte di danno a carico dell’assicurato: 250 euro. In caso di riparazione presso una carrozzeria non convenzionata il minimo viene raddoppiato.
  • È possibile prevedere la garanzia “Kasko completa” solamente se già presente nel contratto precedente. O entro i sei mesi successivi al mese di prima immatricolazione. In caso di sinistro, la compagnia vuole la prova: richiede al contraente la documentazione comprovante l’osservanza di tali requisiti. La mancata produzione della documentazione probatoria renderà la garanzia non operante: la Compagnia non procederà al pagamento dell’indennizzo. La copertura è prestata con forma di assicurazione a valore totale.

Quando la Kasko non vale: le esclusioni

Ci sono esclusioni per la Kasko. L’assicurazione non vale nel caso di determinati sinistri.

  • Con dolo dell’assicurato, dei suoi conviventi, dipendenti o delle persone da lui incaricate alla guida, riparazione o custodia del veicolo assicurato e dei trasportati.
  • Dopo partecipazione da parte del conducente a gare o competizioni sportive e alle relative prove ufficiali.
  • Dovuti a guerre, rivoluzioni, insurrezioni, rivolte, occupazioni militari.
  • Se c’è guida del veicolo assicurato senza la prescritta abilitazione, salvo il caso di guida con patente scaduta a condizione che la patente sia rinnovata entro sei mesi dalla data del sinistro.
  • Causati da fuoco, surriscaldamento, scoppio, corto circuito, ritorno di fiamma, incendio non determinati dagli eventi descritti nell’oggetto dell’assicurazione.
  • Qualora il guidatore sia in stato di ebbrezza o sotto l’influenza di sostanze stupefacenti.
  • Conseguenti a traino attivo o passivo, manovre a spinta, circolazione fuori dai tracciati stradali.
  • Provocati al veicolo da operazioni di carico e scarico successivi a furto o rapina.
  • Come risultato di una partecipazione ad attività delittuose o con dolo dell’assicurato.

Diverse formule della Kasko con franchigie

Ogni compagnia è libera di proporre le garanzie che vuole. In particolare, prima.it prevede che, in caso di sinistro, con Kasko completa, la percentuale del danno a carico del cliente sia pari al 10% del totale (scoperto) e comunque mai inferiore a € 500: è la franchigia. In caso di sinistro con altro veicolo, la polizza copre le riparazioni dei danni materiali e diretti subiti dall’auto entro il limite del suo valore commerciale. Se il veicolo subisce un danno a causa di un incidente di cui si è parzialmente responsabili, la garanzia Kasko andrà a integrare il rimborso previsto dalla procedura di risarcimento diretto.

Valore Totale e Primo Rischio Assoluto: differenza

Per capire meglio l’assicurazione auto Kasko, è utile fare una distinzione, come spiega zurich-connect.it

  • Se l’assicurazione viene prestata a valore totale, c’è la copertura per il valore commerciale del veicolo (nel solo caso di veicolo di prima immatricolazione questo valore corrisponde al prezzo di listino). Questa forma di assicurazione comporta l’applicazione della “regola proporzionale” a carico dell’assicurato, così come previsto dall’articolo 1907 del Codice Civile. Tale regola non sarà comunque applicata nel caso di contratto di rinnovo per il quale la Compagnia ha determinato il nuovo valore sulla base della quotazione di mercato. Sempre che al momento della stipula del primo contratto sia stato assicurato l’effettivo valore commerciale dell’autoveicolo.
  • Invece, col Primo Rischio Assoluto, c’è la copertura fino a un importo di massimo Indennizzo con il limite del Valore commerciale del veicolo al momento del Sinistro. Questa forma di assicurazione esclude l’applicazione della “regola proporzionale” a carico dell’assicurato.

Un’alternativa alla Kasko completa: la Kasko collisione o Mini Kasko

Non esiste solo la Kasko completa: ci sono altre soluzioni.

  • La stessa prima.it prevede la Kasko collisione o Mini Kasko. Copre i danni subiti dal veicolo assicurato a causa di uno scontro con un altro mezzo identificabile (parcheggiato o circolante). Quindi, qual è la differenza con la Kasko completa? La Kasko collisione non copre i danni causati da uscita di strada, ribaltamento o urto con un ostacolo fisso (per esempio un muro o un albero): si beneficia di questo tipo di copertura solo nei casi in cui, oltre all’auto dell’assicurato, nell’incidente causato dal veicolo sia coinvolto anche un altro mezzo di cui sia possibile rintracciare gli estremi.
  • Invece, genialloyd.it prevede anche la Collisione light con veicolo identificato: l’indennizzo per i danni subiti a causa di urto o collisione con altro veicolo identificato. Non conta la responsabilità del guidatore. Ma fino a un valore massimo assicurabile di 3.000 o 5.000 euro. È prevista una franchigia di 250 euro. Interessante, da gennialloyd.it, la Collisione con animali: si ha un indennizzo per i danni subiti dal proprio veicolo, a causa di collisione avvenuta con animali, tenuto conto di massimale e franchigie/scoperti. L’indennizzo non potrà mai essere superiore all’ammontare del danno o al valore commerciale del mezzo assicurato al momento del sinistro.

Garanzia No Assicurati: di che si tratta

Interessante anche conte.it conla Garanzia No Assicurati. La compagnia indennizza i danni materiali e diretti occorsi al veicolo, con scoperti e franchigie riportati nel contratto, a seguito di un sinistro avente le seguenti caratteristiche:

  • avvenuto in Italia;
  • la controparte non risulta avere una copertura Rca in corso di validità;
  • la responsabilità dei danni è attribuibile al conducente del veicolo non assicurato.

La copertura sarà pienamente operante qualora la riparazione del danno venga effettuata presso la rete di carrozzerie convenzionate. Qualora il cliente scelga di non recarsi presso una carrozzeria convenzionata, si applicherà una franchigia di € 500. E se non fosse presente nessuna carrozzeria convenzionata in un raggio di 25 km dalla residenza del conducente principale riportata in polizza? La garanzia sarà pienamente operante anche qualora la riparazione venga effettuata presso una carrozzeria non convenzionata con la compagnia.

E gli optional sono risarciti dalla Kasko?

Rispondiamo alla domanda: dipende dal contratto dell’assicurazione auto Kasko. Per esempio, con verti.it, sono compresi i danni agli accessori di serie e anche agli optional, se il loro valore è riportato sulla scheda di polizza. Oppure fino ad un indennizzo massimo pari a € 1.500, a condizione che la loro presenza sia documentabile dalla fattura di acquisto. Per zurich-connect.it, sono inclusi gli apparecchi autoradio/CD/video (radio, lettori di compact disk, televisori, registratori e altre apparecchiature del genere). Purché stabilmente fissati sul veicolo. E a condizione che il valore degli stessi (se “non di serie”) sia sommato agli altri eventuali optional e trascritto nella casella “Optional e accessori non di serie” prevista in polizza. In caso di sinistro, il risarcimento non potrà comunque essere superiore al 15% del valore assicurato riferito al veicolo oggetto della Polizza con il massimo di 5.000 euro. Limitatamente alle apparecchiature di valore a nuovo superiore a 500 euro, dovranno essere specificati marca, tipo e modello.