in

Ferrari avrebbe risolto i suoi problemi sulla nuova monoposto di F1

Il noto esperto di Ferrari, Leo Turrini, riferisce che la scuderia del cavallino rampante è soddisfatta di essere tornata sulla strada giusta

Ferrari
Ferrari

Il noto esperto di Ferrari, Leo Turrini, riferisce che la scuderia del cavallino rampante è soddisfatta di essere tornata sulla strada giusta dopo le preoccupazioni relative ad alcuni problemi sorti con l’auto del 2020. In un anno in cui i regolamenti rimangono relativamente stabili rispetto alla stagione precedente, non molte squadre stanno cambiando completamente la filosofia del design. Tuttavia, si ritiene che la Ferrari sia una di quelle poche squadre che presenteranno un design radicalmente cambiato per il 2020.

Sembra che il desiderio all’interno della Ferrari sia quello di aumentare la velocità in curva ora che hanno dimostrato grande capacità sui rettilinei. Il processo non è stato semplice e, a gennaio, Turrini ha riferito che i risultati del simulatore e della galleria del vento “non hanno impressionato gli ingegneri”. Scrivendo sul suo blog Quotidiano, Turrini ora dice: “Le indicazioni dell’ultima settimana sono più incoraggianti. Finora non è tutto liscio, ma come ho già spiegato, c’è ancora tempo. A parte i risultati, l’obiettivo è quello di avere una macchina più semplice che non sia esposta a improvvisi cambiamenti nelle prestazioni a seconda delle piste.”

Turrini ha anche ribadito che il capo del team Ferrari Mattia Binotto è fiducioso che la sua unità di potenza sia conforme alle normative e possa essere ancora una volta la più forte della griglia. La Ferrari sarà la prima delle dieci squadre a lanciare la propria vettura del 2020 con un evento in programma per l’11 febbraio.

Ti potrebbe interessare: Mattia Binotto ritiene che la rivalità tra i piloti della Ferrari sia un “vantaggio”