in

PSA rimpatrierà il suo personale e le loro famiglie dall’area di Wuhan

Il gruppo PSA ha dichiarato che rimpatrierà il suo personale e le loro famiglie dall’area di Wuhan in Cina

Il gruppo PSA ha dichiarato che rimpatrierà il suo personale e le loro famiglie dall’area di Wuhan in Cina, che è al centro di uno scoppio di coronavirus. Il costruttore di auto titolare dei marchi Peugeot e Citroen ha dichiarato che 38 persone sarebbero state evacuate e che l’iniziativa sarà eseguita in piena collaborazione con le autorità cinesi e il consolato generale francese.

PSA ha dichiarato che rimpatrierà il suo personale e le loro famiglie dall’area di Wuhan in Cina

Gli sfollati rimarranno in quarantena a Changsha prima di tornare nei loro paesi d’origine, ha detto sabato PSA. Il gruppo francese ha anche affermato che stava prendendo misure con Dongfeng per prendersi cura dei dipendenti cinesi della loro joint venture. Le società francesi sono grandi investitori a Wuhan, che ha legami storici con la Francia.

PSA ha tre fabbriche a Wuhan come parte di una partnership con Dongfeng Motor. Renault e fornitori francesi Valeo e Faurecia hanno impianti in città. La scorsa settimana un portavoce della Renault ha dichiarato ad Automotive News Europe che la sua fabbrica di Wuhan era chiusa per le festività del capodanno cinese e che la società stava ancora analizzando la situazione rispetto al suo personale.

Ti potrebbe interessare: Fusione FCA-PSA: il Governatore della Basilicata non teme la chiusura dello stabilimento di Melfi

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento