in

Binotto ritiene che la competizione in Formula 1 “non sia mai stata così forte”

Binotto ritiene che la competizione in Formula 1 non è mai stata così forte come oggi

Mattia Binotto

Mattia Binotto ha completato la sua prima stagione di Formula 1 come capo della Ferrari. Non è stata la più facile delle stagioni per iniziare, ma la squadra ha comunque fatto progressi. Alla fine, l’auto ha mostrato segni di miglioramento con la Ferrari dominante su molte piste dopo la pausa estiva. Indubbiamente, uno dei migliori momenti per Binotto è stata la vittoria di Charles Leclerc a Monza. La prima vittoria rossa in casa dall’edizione 2010. La Ferrari ha aggiunto altre due vittorie a suo nome durante la stagione. Un numero che però non è gradito ai grandi capi della Scuderia.

Questi chiedono che il titolo mondiale sia vinto ogni singola stagione, ma secondo Binotto non è un approccio realistico. L’uomo che è passato da tecnico a capo squadra sa come nessun altro che conta ogni dettaglio in Formula 1. “Ovviamente ogni capo squadra lo fa a modo suo, ma dalla mia formazione come ingegnere, sono convinto che l’approccio rigoroso funzioni meglio. In ogni caso, questo mi aiuta ad aiutare l’organizzazione su larga scala, ” dice l’italiano sulla rivista ufficiale Ferrari.

“Da un lato, sai che i rapporti individuali con le persone sono molto importanti e che devi davvero occupartene perché l’aspetto umano di un’organizzazione è fondamentale per il tuo successo. D’altra parte, la Formula 1 è anche un complesso macchina in cui non si tratta solo di realizzare un motore da 1000 CV, ma anche di farlo prima, più velocemente e meglio della concorrenza “, spiega Binotto.

La Mercedes spingerà per il suo settimo doppio campionato mondiale consecutivo, mentre l’ Aston Martin Red Bull Racing dovrebbe continuare a migliorare da quando ha iniziato una partnership con la Honda.

“Secondo me, la competizione non è mai stata così forte come lo è oggi. Abbiamo tutto ciò di cui abbiamo bisogno per esibirci, ma non ci sono garanzie in questo sport. Dobbiamo lavorare ancora di più e sfruttare il nostro vantaggio del grande marchio e del i fan a nostro vantaggio per riavere il titolo nel 2020 “, conclude Binotto.

Ti potrebbe interessare: Binotto non pensa che le modifiche alle regole riducano subito il divario tra i team

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento