in ,

9 anni dopo Alonso, Leclerc vince a Monza

Secondo successo di fila per Leclerc con la Ferrari. Interrotto il dominio Mercedes a Monza

Charles Leclerc conquista il Gran Premio d’Italia a Monza e ottiene così la sua seconda vittoria in carriera, bissando il successo ottenuto la scorsa settimana a Spa. Grazie a quest’incredibile vittoria, Leclerc riporta alla vittoria la Ferrari a Monza a distanza di 9 anni dall’ultimo successo, ottenuta da Fernando Alonso nell’oramai lontano 2010. 

Con questo successo, inoltre, Leclerc e la Ferrari hanno spezzato il dominio di Mercedes che aveva conquistato i precedenti cinque Gran Premi d’Italia (quattro vittorie di Hamilton e una di Rosberg nel 2016). Per Ferrari e Leclerc si tratta di una vittoria davvero incredibile che arriva dopo un week end dominato con il pilota monegasco che ha conquistato anche la Pole Position. 

Vince Leclerc davanti a Bottas e Hamilton

Leclerc è subito partito bene, conservando la prima posizione sin dai primi giri e difendendosi dagli attacchi delle Mercedes mentre il suo compagno di squadra Vettel, partito quarto, ha perso una posizione registrato poi un grave errore al sesto giro alla variante Ascari che, di fatto, ne ha compromesso la gara. 

Anche dopo la sosta, Leclerc è riuscito a mantenere la posizione su Hamilton, difendendosi dagli attacchi del pluri-campione del mondo che, a più riprese, ha cercato, senza successo, di passare il Ferrarista. Al 36° giro, Leclerc registra un piccolo errore ma riesce a conservare la prima posizione mentre al 42° a commettere un errore è Hamilton che è costretto a cedere la seconda posizione a Bottas. 

Gli ultimi dieci giri del Gran Premio sono un inseguimento di Bottas a Leclerc, con piccoli errori per entrambi i piloti. La Ferrari riesce però a difendersi dagli attacchi della Mercedes ed ha portare a casa la vittoria conquistato, a distanza di 9 anni, il Gran Premio d’Italia ed interrompendo il dominio delle Mercedes. Terzo posto per Hamilton che conserva la testa della classifica piloti. 

Giù dal podio le Renault di Ricciardo e Hulkenberg. Nona l’Alfa Romeo di Giovinazzi. Più indietro Raikkonen che chiude 15°.