in

Jeep Compass: a Melfi inizia la salita produttiva della versione “italiana” del SUV

In primavera arriverà anche la plug-in hybrid

Jeep Compass stabilmento Melfi

Buone notizie per lo stabilimento FCA di Melfi. A seguito dell’incontro tra la direzione aziendale ed il Comitato Esecutivo della Rsa (Rappresentanza Sindacale Aziendale) è stato definito il piano dei lavori per l’incremento della produzione della Jeep Compass nello stabilimento lucano. Il SUV compatto della casa americana rappresenta il terzo modello ad entrare in produzione a Melfi andando ad affiancarsi alla Jeep Renegade ed alla Fiat 500X e prendendo il posto della Fiat Punto, oramai fuori produzione dall’estate del 2018.

Ricordiamo che la Jeep Compass che sarà prodotta a Melfi verrà poi esportata in tutta Europa e, più in generale, nell’area EMEA dando così un importante contributo all’incremento dei livelli produttivi dello stabilimento di Melfi. Dopo la fine della produzione della Punto, il sito di Melfi (e buona parte dell’indotto) hanno iniziato a registrare una crisi notevole accentuata dal calo delle richieste registrato da Renegade e 500X (in particolare per il crossover Fiat) nel corso degli ultimi mesi.

Jeep Compass stabilmento Melfi

Stando a quanto comunicato dai sindacati, gli addetti della linea di produzione di Renegade e 500X lavoreranno su 20 turni produttivi mentre, in questa prima fase di “salita produttiva”, la linea della Compass sarà attiva su 10 turni con il primo ed il secondo turno per cinque giorni lavorativi (dal lunedì al venerdì).

Come sottolineato dai rappresentanti sindacali, il segretario provinciale dell’Uglm di Potenza, Giuseppe Palumbo , e la segretaria Ugl della federazione lucana, Florence Costanzo, questo programma dei lavori è da intendersi per la fase di avvio della salita produttiva della nuova Jeep Compass. Successivamente, nel corso di ulteriori incontri, verranno definite nel dettaglio le tempistiche per l’adeguamento dei volumi di produzione e l’entrata a pieno regime dell’assemblaggio della Jeep Compass nello stabilimento di Melfi.

Jeep Compass: la versione ibrida in produzione a Melfi in primavera

Sarà necessario attendere ancora qualche mese per l’avvio della produzione a pieno regime della Jeep Compass plug-in hybrid, l’attesa variante elettrificata del SUV della casa americana. La nuova Compass ibrida, a differenza delle versioni a benzina e diesel, sarà prodotta a Melfi ed esportata anche in mercati extra-europei andando a ricoprire un ruolo importantissimo nella crescita dei livelli produttivi del sito lucano.

Come annunciato nei mesi scorsi da FCA e dai rappresentati sindacali dello stabilimento, la Jeep Compass in versione ibrida dovrebbe entrare in produzione a pieno regime sul finire della prossima primavera. Prima della Compass, infatti, entrerà in produzione un’altra ibrida, la versione plug-in hybrid della Jeep Renegade che dovrebbe essere pronta per l’inizio della primavera.

Entrambe le nuove ibride di Jeep dovrebbero essere presenti al Salone dell’auto di Ginevra 2020, in programma a marzo. In quest’occasione, Jeep dovrebbe rivelare tutti i dettagli tecnici ed i prezzi delle nuove versioni elettrificate di Renegade e Compass. A breve distanza, inoltre, verranno aperti gli ordini per i due modelli.

Altre novità in arrivo per Melfi?

Lo stabilimento di Melfi vive una fase sicuramente positiva. L’avvio della produzione a pieno regime della Compass e il debutto sempre più vicino delle due ibride sono elementi essenziali per il futuro dello stabilimento e per le tante aziende dell’indotto che dipendono quasi esclusivamente dai livelli produttivi di Melfi.

Il “Piano Italia” di FCA, al momento, non prevede l’arrivo di ulteriori novità per Melfi nel corso dei prossimi anni. Nelle ultime settimane si è parlato di una possibile variante plug-in hybrid della Fiat 500X (un progetto di facile realizzazione considerando che verrebbe utilizzata la stessa base tecnica della Renegade). Questa variante non dovrebbe essere realizzata. Nel corso dei prossimi mesi, in ogni caso, arriveranno le motorizzazioni mild hybrid per i tre modelli prodotti a Melfi.

Per il futuro di Melfi potrebbe essere necessario attendere il completamento della fusione con PSA e la nascita dei primi progetti condivisi. In passato si è parlato di una nuova generazione di B-SUV da realizzare con i marchi Jeep e Alfa Romeo (già confermati ufficialmente) ed anche con i marchi Fiat e Lancia. Questa nuova famiglia di crossover potrebbe essere realizzata utilizzando la piattaforma CMP del gruppo PSA. La sede di produzione, secondo rumors non confermati, potrebbe essere proprio Melfi. Maggiori dettagli sulla questione arriveranno nelle prossime settimane.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento