in

Buche a Milano: inferno misterioso

Dopo le piogge, crateri ovunque. Ogni benedetto anno, si ripropone il dramma. Perché non c’è una soluzione?

Sotto la Madonnina, il gruviera. La questione buche a Milano ormai è un dramma da anni. Auto rovinate, motociclisti e ciclisti che cadono e si fanno male, pedoni che prendono storte. Le richieste legittime di risarcimento schizzano alle stelle. Con ripercussioni negative per tutti: le polizze assicurative del Comune costano di più, e a pagarle è la collettività. Non se ne esce.

Buche a Milano: chissà quali cause

I cantieri a Milano si sprecano. Si vedono rattoppi ovunque, da anni. Ogni amministrazione locale promette di risolvere il dramma, ma poi si ripropone. Perché? Un mistero. Qualcuno avanza dubbi sulla qualità dell’asfalto. Ma non ci sono le prove. Non si può certo dire che gli appalti vanno al ribasso, a discapito della manutenzione stradale. Gravissimo il problema in periferia: ci sono strade devastate.

Cosa fa il sindaco milanese contro i crateri

Molto attivo il sindaco di Milano, Beppe Sala, contro le voragini. Il primo cittadino elenca le cause.

  • È cambiato il clima.
  • Piogge incessanti si concentrano in alcuni periodi.
  • Sono aumentate in modo esponenziale le consegne a domicilio.
  • Spesso anche i turisti (che sono raddoppiati in pochi anni) ricorrono all’uso dell’auto per muoversi in città.

Per questo motivo il 2020 sarà l’anno della svolta: il Comune ha deciso di raddoppiare i fondi per la cura delle strade. A questo punto, non resta che attendere, per capire se le promesse di Beppe Sala verranno mantenute. E se soprattutto la situazione migliorerà.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento