Jeep Compass e Patriot, l’erede arriverà dopo il 2016

di -

Il continuo processo di crescita e rinnovamento del marchio Jeep potrebbe aver subito un leggero ritardo. Dopo i successi di progetti recenti come la nuova Jeep Cherokee e l’interessantissimo crossover compatto Jeep Renegade, prodotto a Melfi sulle stesse linee del crossover gemello Fiat 500X, il brand americano ha in agenda la sostituzione dei modelli attuali di Jeep Patriot e Jeep Compass, due vetture molto importanti per il marchio a stelle e strisce soprattutto nel mercato d’oltreoceano.

Il piano industriale di Jeep prevede la sostituzione della Jeep Patriot e della Jeep Compass con un unico modello in grado di sintetizzarne al meglio le caratteristiche di entrambi i SUV della casa americana. Questo nuovo SUV sarebbe in sviluppo già da diverso tempo con l’obiettivo di essere pronto per la fine del prossimo anno.

Jeep Patriot

Nel corso di un’intervista rilasciata al magazine Atlantico Car, però, il manager del Product Marketing di Jeep, Jim Morrison ha però evidenziato come il nuovo modello, definito in modo scherzoso ma sicuramente molto chiaro Compatriot, non è ancora pronto e, probabilmente, non lo sarà entro la fine del 2016. In sostanza, in casa Jeep, il nuovo progetto che andrà a sostituire la Jeep Compass e la Jeep Patriot rappresenta ancora un progetto in pieno sviluppo ed i tempi di ultimazione dei lavori sarebbero più lunghi del previsto. Le ragioni alle spalle di questo possibile ritardo non sono note. In ogni caso, Jeep potrebbe aver deciso di prolungare, probabilmente di 6 mesi – 1 anno, lo sviluppo del nuovo SUV al fine di ottenere un prodotto finale in grado di sostituire in modo completo entrambi i due veicoli oggi in commercio.

Jeep Compass

Grazie anche alla fortissima crescita delle vendite che il brand Jeep sta registrando in questi ultimi anni, l’azienda può permettersi di prolungare il tempo di sviluppo di questo nuovo modello allungando, di conseguenza, la carriera sia della Jeep Compass che della Patriot, due veicoli che stanno mettendo insieme numeri di vendita molto importanti negli USA. In particolare, la Jeep Patriot ha chiuso il 2014 con una crescita percentuale, rispetto all’anno precedente, del 23%. Un dato che dovrebbe essere confermato anche quest’anno con il marchio Jeep che non sembra proprio essere pronto a rallentare nel suo inarrestabile processo di crescita che sta portando il brand ad acquisire uno spazio sempre più importante anche in Europa dove, sino allo scorso anno, la quota di mercato era estremamente ridotta e dove oggi le potenzialità di crescita sono incredibilmente aumentate.