Tesla Model Y, questa proprio non ci voleva: il comunicato

Ippolito V
Anche la Tesla Model Y non è immune ai problemi: dalla Casa texana arrivano notizie che lasceranno un profondo disappunto ai clienti.
Tesla Model Y

La pazienza della clientela viene messa alla prova dalla Tesla Model Y. Il popolare modello della Casa di Elon Musk ha avuto, infatti, qualche incidente di percorso, al punto che occorrerà attenderla un po’ di più rispetto al solito. Nello specifico, parliamo della variante Long Range, che, come dice il nome stesso, punta sull’autonomia. I tempi di consegna previsti vanno ora tra le sei e le otto settimane, ben di più rispetto alle altre due varianti in commercio. Quella della percorrenza è una questione chiave nel settore delle quattro ruote, sicché in diversi studi i potenziali acquirenti delle auto elettriche hanno confermato di nutrire dei timori in proposito. Malgrado la preoccupazione sia perlopiù figlia di suggestione, alla luce dei progressi compiuti sul versante tecnico, l’intoppo della Tesla Model Y non ci voleva.

Tesla Model Y non immune ai problemi

Tesla Model Y

Oltretutto, in un periodo dove i Costruttori locali vivono il periodo di massimo splendore. I dati parlano chiaramente in favore del corso avviato dal Paese asiatico sulle bev e reggere il confronto è quantomai complicato. Se al costo difficile da eguagliare ci aggiungiamo le lunghe attese, allora la situazione rischia di prendere una brutta piega. E non dimentichiamo la minaccia costituita dalla Kia. L’azienda coreana, rifgeriscono fonti vicine, avrebbe in serbo dei prezzi di listino particolarmente competitivi con la EV5, il cui prezzo di listino partirebbe da 20 mila euro (al cambio attuale). Rispetto alla controparte a stelle e strisce, disponibile dai 33 mila euro, la forbice sarebbe parecchio ampia. Ma, al momento, quelle che vi riportiamo sono delle semplici speculazioni.

I guidatori realmente interessati alla Tesla Model Y presumibilmente attenderanno il loro turno. Forte di un allestimento di classe premium, la vettura texana gode di numerosi ammiratori. Che ne hanno, peraltro, decretato il successo nel Vecchio Continente, confermato a luglio. Nel corso del settimo mese del 2023, l’esemplare ha totalizzato oltre il 60 per cento delle targhe con tale alimentazione. I grossi sconti applicati a inizio anno sono stati decisivi nel dargli lo slancio decisivo, alla pari della Model 3, meno roboante nei numeri, ma comunque capace di chiudere nella top 10. Mentre il dominio nelle nostre lande pare intoccabile, toccherà guardarsi bene le spalle in Cina. Avere “fuori servizio” la Long Range potrebbe avere delle ripercussioni sensibili, spingendo la potenziale cliente tra le braccia dei competitor. Staremo a vedere se la compagnia troverà dentro di sé la forza per lasciarsi alle spalle il passo a vuoto.

Marca:    Modello:    Argomento: 
Share to...