Cadillac, ecco come l’americana vuole entrare nel segmento delle hypercar

Ippolito V
Se Cadillac è seriamente intenzionata a produrre una hypercar, dovrà comunque pensare a come differenziarla dalle altre.
GTP Project - cadillac hypercar

Si è per “un attimo” fermato il fermento per le hypercar, sarà per l’interesse che sta crescendo di mese in mese per auto elettriche, compatte e meno compatte, da una parte all’altra del mondo. Di sicuro, però, il mercato delle hypercar a produzione limitata è esploso negli ultimi anni, e per questo sono arrivati diversi nuovi marchi che non avevamo mai sentito prima. Anche Cadillac potrebbe voler entrare in questo segmento, a breve.

hypercar GTP Project  Cadillac

Mike Simcoe, vicepresidente del design globale di General Motors, ha recentemente risposto a una conferenza stampa sull’eventuale intenzione del marchio di lusso di creare una propria hypercar. La risposta è stata interessante: “Potremmo costruirne una? Sì. Ci piacerebbe? Sì. Ne stiamo costruendo una? Sarebbe rivelare troppo”. Simcoe ha anche precisato che non è importante per Cadillac se i veicoli siano alimentati a combustione interna o elettrici. “Cadillac è impegnata nelle prestazioni”. D’altronde, Cadillac ha intenzione di unirsi prossimamente alla griglia di Formula 1 insieme ad Andretti.

A seconda di quale collaborazione si aprire in fatto di altissime prestazioni, Cadillac potrebbe sviluppare qualcosa di rivoluzionario, potenzialmente simile all’Aston Martin Valkyrie, ma è probabile che qualsiasi hypercar firmata Cadillac si lascerà ispirare dal motorsport di alto livello. Il marchio americano ha già progettato e costruito l’auto da corsa Project GTP per le competizioni Hypercar di Le Mans, oltre che la serie endurance derivata da modelli di hypercar stradali.

hypercar GTP Project Cadillac motorsport

Sarà l’influenza della Formula 1 che può cambiare tutto e diventare ancora più significativa per la decisione del marchio. Ma se Cadillac è seriamente intenzionata a produrre una hypercar, dovrà comunque pensare a come differenziarla dalle altre. Alpine sta lavorando a una hypercar alimentata a idrogeno, Pininfarina propone una versione elettrica, e Pagani continua a creare capolavori a benzina. Per non parlare di Bugatti e Honda, Insomma, l’americana deve verificare la domanda potenziale ma il tentativo in F1 dimostra inequivocabilmente le sue ambizioni elevate su progetti di altissima ingegneria.

Marca:    Argomento: 
Share to...