Auto elettriche: nuovi fondi in arrivo per gli incentivi statali?

Francesco Armenio Autore Automotive
Gli incentivi statali 2024 dedicati alle auto elettriche sono terminati in poche ore, ma presto potrebbero esserci novità in merito.
Taglio incentivi auto elettriche in Germania

I nuovi incentivi statali 2024 sono disponibili dallo scorso 3 giugno. Tuttavia, quelli dedicati alle auto elettriche sono terminati in meno di 9 ore. Parliamo di 240 milioni di euro. La questione ha scatenato non poche polemiche, sia da parte dei consumatori che non sono riusciti ad usufruire dei contributi, sia da alcuni dirigenti di Gruppi automobilistici, come Stellantis. Tuttavia, sembra che possa esserci la possibilità di nuovi fondi.

Incentivi statali 2024 già terminati per le auto elettriche, nasce la polemica: nuovi fondi in arrivo?

piattaforma online, ecco gli incentivi auto 2024

Il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Giancarlo Giorgetti, durante una visita al Polo di innovazione tecnologica di Dalmine ha dichiarato che “potrebbero arrivare altri soldi, ma bisognerà scegliere dove metterli”. Giorgetti ha poi continuato: “I soldi non sono infiniti, ma abbiamo un limite, dobbiamo quindi essere selettivi in qualche modo”.

Le parole del Ministro lasciano intendere che, se dovessero essere erogati ulteriori fondi, non saranno dedicati tutti alle auto elettriche. Al momento, sia i fondi per le auto Plug-in che termiche e ibride sono ancora largamente disponibili e, per il momento, sembra non esserci bisogno di ulteriori “ricariche”. Al momento, infatti, per le Plug-in ci sono a disposizione ancora 108 milioni di euro, mentre per le termiche e ibride sono disponibili ancora 194 milioni di euro.

Al momento, quindi, a fare faville sono state soltanto le auto elettriche. Francesco Naso, segretario generale di Motus-E, ha dichiarato che potrebbero avanzare più di 200 milioni di euro dagli incentivi non utilizzati gli scorsi anni e del 2024. Naso ha aggiunto: “Il Governo non può annunciare nuovi incentivi senza spiegare come e quando saranno attivati. Il settore rischia altri mesi di immobilità, per poi causare un nuovo Clic Day. Gli incentivi dovrebbero durare diversi anni e non essere aggiornati continuamente poco alla volta”. Vedremo cosa deciderà di fare il Governo sulla questione che, dopo questo “boom”, potrebbe bloccare nuovamente il mercato automobilistico italiano.

  Argomento:  - 
Share to...