in

Batterie auto elettriche e ibride: all’Italia spetteranno 850 milioni di investimenti

I sette Stati europei coinvolti sono Italia, Germania, Francia, Polonia, Belgio, Svezia e Finlandia

Batterie auto elettriche e ibride investimenti

Nelle ultime ore, la Commissione Europea ha approvato un investimento molto importante che permetterà alle nazioni UE di non dipendere più dalle aziende cinesi e statunitensi che si occupano di produrre batterie per auto elettriche e ibride.

In particolare, la Commissione UE ha approvato un investimento di 3,2 miliardi di euro che verrà impiegato per progetti di ricerca e di produzione industriale di batterie di nuova generazione. In questo modo, l’Unione Europea potrà mantenere fede all’accordo di Parigi del 2015 che ha l’obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra a partire dal prossimo anno.

Batterie auto elettriche e ibride investimenti
Batterie auto elettriche e ibride, 3,2 miliardi totali destinati ai paesi dell’UE

Batterie auto elettriche e ibride: l’Unione Europea è pronta a rubare il monopolio a Cina e Stati Uniti

Una parte di questa somma, esattamente 570 milioni di euro, sarà destinata al nostro Bel Paese. La Germania ne riceverà 1,25 miliardi, la Francia 260 milioni, la Polonia 240 milioni, il Belgio 80 milioni, la Svezia 50 milioni e la Finlandia 30 milioni.

Nel progetto sono coinvolti sette Stati e 17 imprese operanti in Europa fra cui le italiane Kaitek, Endurance, Faam, Solvay e Enel X. Tuttavia, saranno coinvolti indirettamente altri 70 fornitori durante l’intero ciclo di produzione delle batterie.

Batterie auto elettriche e ibride investimenti

Stefano Patuanelli, Ministro dello Sviluppo Economico, ha affermato che l’Italia potrà contare su 850 milioni di euro che comprendono sia investimenti pubblici che privati per consentire alla nostra nazione di consolidare le proprie competenze manifatturiere in questo campo in forte crescita.

I campi di applicazione di questo importante investimento sono: sistemi di batterie, celle, materie prime e ridestinazione. Il progetto europeo ha come idea di base quello di creare una catena completa che va dalla produzione di metalli e materiali, alla creazione delle batterie fino allo smaltimento.

Batterie auto elettriche e ibride investimenti

Le 17 imprese coinvolte in questo progetto lavoreranno a stretto contatto con le autorità statali con lo scopo di creare un ecosistema industriale capace di far fronte senza difficoltà alla forte crescita di questo mercato.

Gli 850 milioni di euro (così come l’intero investimento di 3,2 miliardi di euro) saranno stanziati per la produzione di batterie agli ioni di litio. Tuttavia, il denaro potrà essere utilizzato anche per sviluppare batterie di nuova generazione con lo scopo di garantire una durata maggiore, migliori prestazioni, maggior sicurezza e soprattutto più sostenibili.

Margrethe Vestager, commissario alla Competitività, ha dichiarato: “La produzione di batterie in Europa è di interesse strategico per le nostre economie e per le nostre società, per il suo potenziale in termini di mobilità ed energia pulita, di creazione di posti di lavoro, di sostenibilità e di competitività“.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento