in

FCA: nuova cassa integrazione a dicembre a Pomigliano d’Arco in attesa dell’Alfa Romeo Tonale

7 giorni di stop per la produzione e nuovi lavori per la linea del Tonale a dicembre a Pomigliano d’Arco

Ancora cassa integrazione per lo stabilimento FCA di Pomigliano d’Arco. Il sito di produzione partenopeo, dove viene prodotta la Fiat Panda in attesa dell’arrivo del nuovo Alfa Romeo Tonale, resterà fermo per un totale di 7 giorni lavorativi nel corso del mese di dicembre a causa di un calo delle richieste per la Panda registrato in queste ultime settimane.

In particolare, lo stabilimento partenopeo sarà in cassa integrazione lunedì 9 dicembre e, successivamente, sarà nuovamente fermo nei giorni del 20, 23, 24, 27, 30 e 31 dicembre. A partire dal prossimo mese di gennaio, inoltre, potrebbero esserci ulteriori stop per la produzione se le richieste della Panda dovessero continuare a registrare il leggero calo evidenziato negli ultimi mesi.

Fiat Chrysler Pomigliano
 

Fiat Panda: vendite in calo da 3 mesi in Italia

I livelli di produzione della Fiat Panda sono legati a doppio filo alle richieste del mercato italiano per la segmento A della casa torinese che, da anni, è il modello più venduto nel nostro Paese con ampio margine di vantaggio rispetto alle dirette concorrenti. Nel 2019, ad esempio, circa il 75% delle unità vendute di Panda sono state distribuite sul mercato italiano.

E’ chiaro, quindi, che un calo delle richieste in Italia comporta un immediato calo della produzione nello stabilimento di Pomigliano d’Arco dove, attualmente, viene realizzata esclusivamente la segmento A del marchio Fiat. Nei mesi di settembre, ottobre e novembre la Panda ha fatto registrare vendite negative in Italia.

Come confermato i dati ufficiali, a settembre la Panda ha registrato circa 9 mila unità vendute con un calo del 6.3% mentre ad ottobre il totale di unità vendute è cresciuto sino a quasi 11 mila unità con un calo rispetto allo scorso anno del 13%. Nel mese di novembre appena concluso, infine, le vendite della segmento A hanno fatto registrare nuovamente quasi 11 mila unità vendute con un calo ancora del 13% rispetto al novembre dello scorso anno.

A dare una spinta alle vendite della Fiat Panda nel corso dei primi mesi del 2020 potrebbe essere il debutto della nuova Fiat Panda Hybrid, l’attesa variante mild hybrid della segmento A della casa italiana. Il nuovo modello è atteso al debutto nel corso del primo trimestre dell’anno. In occasione del lancio della Panda Hybrid, inoltre, Fiat dovrebbe presentare anche un aggiornamento per la sua city car con qualche novità per gli interni e per la dotazione di serie.

Continuano i lavori per la linea dell’Alfa Romeo Tonale

Nello stabilimento di Pomigliano d’Arco si attende il debutto dell’Alfa Romeo Tonale. Il nuovo C-SUV è un progetto fondamentale per il futuro dello stabilimento (oltre che per il futuro del marchio italiano). Alfa Romeo dovrebbe avviare le vendite del Tonale ad inizio del 2021 ed il SUV, come confermato nelle scorse settimane, sarà venduto in tutta Europa oltre che in Nord America con la possibilità di poter garantire un’importante crescita per la produzione nello stabilimento partenopeo che potrebbe avvicinarsi alla piena occupazione.

Nel corso del mese di dicembre, in concomitanza con la chiusura dello stabilimento per cassa integrazione, a Pomigliano d’Arco si svolgeranno nuovi lavori di aggiornamento per le linee di produzione del nuovo SUV di casa Alfa Romeo. L’obiettivo è di accelerare il completamento dei lavori di pre-produzione per permettere la realizzazione delle prime unità di pre-serie già nel corso dei primi mesi del 2020.

Il nuovo Alfa Romeo Tonale, ricordiamo, dovrebbe essere presentato in via ufficiale nel corso del mese di marzo, in occasione dell’edizione 2020 del Salone dell’auto di Ginevra. La versione di serie del SUV dovrebbe essere molto simile alla concept car presentata lo scorso marzo, sempre a Ginevra. Il prototipo apparso online nelle scorse settimane, come confermato da Alfa Romeo non coincide con la versione finale del Tonale. Le differenze tra il modello di serie e la concept car, per ora, non sono ancora note.

Il Tonale sarà dotato di una variate plug-in hybrid, derivata dal sistema ibrido della Compass, e potrà contare su di una gamma di motorizzazioni molto ricca in cui troveranno spazio i nuovi motori mild hybrid in arrivo anche per altri modelli del gruppo FCA. Ulteriori aggiornamenti sull’Alfa Romeo Tonale arriveranno nelle prossime settimane.