in

FCA conferma la produzione del nuovo SUV Jeep a Goiana

Tânia Silvestri di Jeep afferma che sarà un modello più grande della Compass

Jeep Goiana

Fiat Chrysler Automobiles (FCA) ha confermato nelle scorse ore la produzione del terzo veicolo Jeep presso lo stabilimento di Goiana (nel Pernambuco) a partire dal 2021. Il nuovo SUV fa parte di un nuovo ciclo di investimenti pari a 7,5 miliardi di R$ iniziato nel 2018 e che terminerà nel 2022.

Tali informazioni sono state rivelate dal gruppo automobilistico italo-americano ieri pomeriggio. Tânia Silvestri, direttore commerciale di Jeep Brasile, ha dichiarato che “sarà un SUV di segmento D, molto più grande della Compass“. Quando le è stata posta la domanda se avrà sette posti a sedere, Silvestri non ha risposto e ha detto solo che “sarà un modello disponibile in diverse configurazioni e livelli di allestimento“.

Tânia Silvestri
Tânia Silvestri, direttore commerciale di Jeep Brasile

Jeep: conferma la produzione del nuovo SUV presso il sito FCA a Goiana

Il responsabile, però, ha dichiarato che il nuovo modello di Jeep potrebbe essere esportato in altri paesi dell’America Latina proprio come fatto con Renegade e Compass. Oltre a confermare l’arrivo del nuovo Sport Utility Vehicle, il direttore commerciale di Jeep Brasile ha affermato che il brand sta lavorando per rafforzare il processo di localizzazione dei suoi fornitori a Goiana.

Parlando un po’ di numeri, la quota di Jeep nel segmento SUV è passata dall’1% al 22% negli ultimi cinque anni (2014-2019). Quest’anno il marchio di Fiat Chrysler Automobiles è riuscito a vendere 118.300 esemplari da gennaio a novembre. Inoltre, il Brasile rappresenta il secondo mercato più grande per la casa automobilistica americana dopo gli Stati Uniti.

La produzione locale e il lancio di Renegade e Compass hanno permesso a Jeep di andare avanti per la sua strada in un momento in cui il mercato automobilistico brasiliano si è ridotto a causa della crisi economica. Di pari passo è andato anche il rafforzamento della sua immagine poiché ora sono moltissimi i consumatori brasiliani a credere nelle potenzialità di Jeep.