in

Per Leclerc quello che è successo in Brasile non si ripeterà più

Ieri Chales Leclerc ha parlato di quanto successo a Interlagos due settimane fa, ma anche del suo futuro

Charles Leclerc

Nella tradizionale conferenza di apertura del giovedì ad Abu Dhabi, Charles Leclerc è intervenuto sul brutto episodio vissuto in casa Ferrari a Interlagos. Il monegasco comunque più volte ha detto in queste due settimane che quanto accaduto era stato già dimenticato, ma la situazione è stata in ogni caso chiarita. In questo modo quanto visto in Brasile non dovrebbe più verificarsi.

Sull’episodio Leclerc ha detto che “dopo aver rivisto le immagini abbiamo provato a capire cosa bisognava fare. Sicuramente è stato un incidente molto sfortunato, visto che un tocco tutto sommato lieve ha avuto conseguenze drammatiche per noi. Come team dobbiamo essere assolutamente meno aggressivi tra di noi, in modo da evitare che qualcosa di simile possa accadere ancora. Anzi, non accadrà più”.

Sul discorso legato alle responsabilità, i due piloti Ferrari hanno diviso equamente le loro colpe. “Le responsabilità sono condivise. La cosa importante è che tutto è stato chiarito e ora dobbiamo soltanto guardare avanti” ha proseguito il monegasco.

Bilancio stagionale e interventi da parte del team

Sempre ieri Charles Leclerc ha discusso anche per quello che riguarda un piccolo bilancio della stagione che si concluderà proprio questa domenica. Il monegasco della Ferrari ha detto che per tutto l’anno “siamo progrediti bene. Le mie gare peggiori sono state il Brasile appunto e Monaco” fissando poi al 2020 l’anno della svolta: “voglio proseguire di slancio anche il prossimo anno che sarà il primo anno in cui guiderò la stessa vettura dell’anno precedente”.

Vettel e Leclerc
Vettel e Leclerc

Ma a Leclerc è stato anche chiesto se la Ferrari avesse disposto delle direttive sui corpo a corpo tra i piloti del team. “Possiamo continuare a correre contro. Io e Vettel vogliamo solo vincere e corriamo per lo stesso team, ma dobbiamo essere meno aggressivi concedendoci più spazio. L’unica direttiva dal team è stata questa, per evitare il ripetersi di certe situazioni”.

Obiettivo terzo posto nel Mondiale Piloti

Charles Leclerc sa bene che ad Abu Dhabi si gioca anche la possibilità di terminare il Mondiale al terzo posto nella classifica piloti. Ma per farlo servono 11 punti da recuperare ai danni di Max Verstappen. “Sarebbe molto bello concludere terzo, ma 11 punti sono parecchi da recuperare in un solo Gran Premio. Sicuramente terminare il mio primo anno in Ferrari al terzo posto sarebbe fantastico”.

Infine c’è stato anche spazio per ragionare sull’obiettivo di ogni pilota di Formula 1, il titolo iridato. Magari fissando come target un certo Lewis Hamilton che nello score segna già sei titoli. Leclerc ha risposto così: “non ci penso troppo. Ma lavorando bene ogni obiettivo diventa raggiungibile. Le scelte fatte in carriera possono anche influenzare le cose, quindi se ciò non dipende solo da te potrebbe dipendere anche dalla fortuna. Preferisco concentrarmi su me stesso e non sui titoli”.