in

Kimi Raikkonen è sorpreso di guidare in F1 a 40 anni

L’ex campione del mondo di Formula 1 Kimi Raikkonen ha ammesso di essere scioccato dal fatto di guidare ancora in F1 alla veneranda età di 40 anni

Kimi Raikkonen

L’ex campione del mondo di Formula 1 Kimi Raikkonen ha ammesso di essere scioccato dal fatto di guidare ancora in F1 alla veneranda età di 40 anni. Raikkonen ha fatto il suo debutto in F1 18 anni fa, guidando per la Sauber al Gran Premio d’Australia del 2001. Oggi è ancora con Sauber, ma con un nome diverso: Alfa Romeo Racing – dove è tornato dopo essersi trasferito dalla Ferrari che al posto suo ha preso il giovane pilota monegasco Charles Leclerc.

Il finlandese è il pilota più anziano della griglia e ha ammesso che se qualcuno gli avesse chiesto se avrebbe ancora guidato in F1 alla sua età attuale, non ci avrebbe mai creduto.

Kimi Raikkonen ha ammesso di essere scioccato dal fatto di guidare ancora in F1 alla veneranda età di 40 anni.

“Non penso che avrei creduto a qualcuno se mi avessero detto tanti anni fa che avrei continuato a correre in F1 all’età di 40 anni”, ha ammesso Kimi Raikkonen su Yahoo! Sport. “Ovviamente, a quel tempo, si trattava semplicemente di provare a guidare bene e rimanere in F1. Nulla era garantito.”Sì, ho avuto un contratto nel 2001 per tre anni – due più uno – ma era così presto per me all’epoca che l’obiettivo era cercare di fare bene e vedere cosa sarebbe accaduto, ma anche quando avevo 27 o 28 anni, non ci avrei scommesso dei soldi. “Ovviamente, mi sono fermato per un paio d’anni (nel 2010 e nel 2011, il pilota finladese si è preso una pausa dallo sport), e se non l’avessi fatto, allora non sarei qui oggi perché ero piuttosto stufo, non con le corse, ma con la politica e altre sciocchezze “.

Ti potrebbe interessare: Kimi Raikkonen: “Se aumenta lo spettacolo a nessuno importerebbe se le auto di F1 sono più lente di adesso”