in

Marc Surer: Mattia Binotto un po’ troppo morbido nel 2019

Mattia Binotto è stato fin troppo buono con i suoi piloti nel 2019 secondo Marc Surer

Charles Leclerc e Mattia Binotto
Charles Leclerc e Mattia Binotto

Mattia Binotto non è riuscito a vincere il titolo mondiale nella sua prima stagione come team manager Ferrari. La Scuderia non è stata nemmeno in grado di esercitare pressioni sulla Mercedes durante tutto l’anno. Era chiaro sin dall’inizio che il titolo non sarebbe finito di nuovo a Maranello nel 2019. L’esperto televisivo Marc Surer ha elencato nel podcast “Griglia di partenza” alcune cose che la Ferrari deve migliorare nel 2020 se vuole vincere il mondiale.

“Binotto è stato fin troppo gentile nella gestione dei piloti. Se dici a un pilota di far passare l’altro, dovrà farlo immediatamente”, ha detto lo svizzero. Nel 2019 in diverse occasioni ci sono stati problemi in Ferrari con uno dei piloti che non era d’accordo con la scuderia. All’inizio della stagione in Cina era Charles Leclerc, che avrebbe dovuto lasciare spazio a Sebastian Vettel.

Ma prima che ciò accadesse, ci sono state lunghe discussioni alla radio. Surer ha messo in evidenza che anche in Russia Vettel ha resistito alle istruzioni di lasciare sorpassare Leclerc. “Non è stato abbastanza duro”, ha detto Surer a proposito di Binotto. Le stesse cose si sono ripetute anche negli ultimi Gran Premi. Vedremo dunque se il prossimo anno il team principal di Ferrari riuscirà ad imporsi sui suoi piloti.