in

Auto connesse: saranno il 70% in Europa entro il 2025

La quota di questi veicoli è destinata a crescere col passare degli anni

Auto connesse

Le auto saranno sempre più connesse. Entro il 2025, infatti, circa il 70% del parco circolante di vetture europee sarà connesso tramite strumenti telematici per permettergli di instaurare una connessione con il mondo esterno usando Internet e i dispositivi mobili come smartphone e tablet.

Tali previsioni sono state fatte dall’Osservatorio Autopromotec sulla base di informazioni di Roland Berger. Parliamo di una quota cinque volte più grande di quella stimata a fine 2016 (13,9%) e in crescita rispetto a quanto rilevato quest’anno (41%).

Auto connesse
Auto connesse, ecco la classifica stilata dall’Osservatorio Autopromotec

Auto connesse: il parco circolante europeo sarà composto da questo tipo di veicoli

L’indagine evidenzia, inoltre, come le auto connesse giocheranno un ruolo sempre più importante nel futuro dell’automotive. Il mercato delle vetture connesse in Europa sarà trainato nei prossimi anni dalle auto nativamente connesse la cui quota crescerà sempre di più. Parliamo di modelli arrivati sul mercato già con sistemi di connettività integrati.

Nel 2016, questo tipo di veicolo rappresentava il 7,3% sul totale del parco circolante nell’Unione Europea mentre a fine 2019 si prevede una percentuale del 17,4%. Entro il 2022, invece, si stima un 28,2% mentre nel 2025 un 39,8%. Questo significa che, nell’arco di circa 10 anni (2016-2025), le vetture nativamente connesse saranno cresciute del 32,5%.

Auto connesse

Anche le auto connesse in retrofit (modelli dotati di componenti installati successivamente) costituiranno un’importante crescita. Nel 2016, la quota di questi veicoli era stimata attorno al 6,3% sul parco circolante complessivo. Entro la fine di quest’anno si stima una percentuale del 23,6% mentre nel 2022 del 31,6%.

Vista la crescita delle auto nativamente connesse, lo studio effettuato dall’Osservatorio Autopromotec riporta che, entro il 2025, la percentuale dovrebbe passare al 29,7%. In base a quanto affermato dall’Osservatorio, le auto connesse rappresentano e rappresenteranno un’innovazione tecnologica e stanno gradualmente trasformando il settore automotive.

Questo porterà sicuramente a nuove sfide di adeguamento. Ad esempio, gli autoriparatori dovranno specializzarsi per riuscire ad interpretare le informazioni che arrivano dalla vettura e di prepararsi al meglio per le nuove tecnologie.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento