in

Alfa Romeo 6C 2500 Sport Cabriolet verrà messa all’asta al Salone Auto e Moto d’Epoca 2019

L’asta partirà da 725.000 euro ma la cifra è destinata ad aumentare vista l’esclusività del modello

Alfa Romeo 6C 2500 Sport Cabriolet Finarte

Come sicuramente saprete, dal 24 al 27 ottobre si terrà a Padova la nuova edizione del Salone Auto e Moto d’Epoca. Durante l’evento verrà proposto all’asta da Finarte un esemplare della mitica Alfa Romeo 6C 2500 Sport Cabriolet disegnata da Pininfarina, immatricolata nel 1947. Si tratta sicuramente di un’opportunità che non capita spesso visto il pregio del modello.

Come suggerisce la denominazione, sotto il cofano troviamo un motore a 6 cilindri con cilindrata di 2500 cm³. La speciale Gran Turismo arrivò in Italia dopo il conflitto mondiale. Parliamo di una vettura che nel corso della sua carriera prese parte a diverse gare storiche come la Mille Miglia, la Coppa d’Oro delle Dolomiti, la Coppa Inter-Europa e la Stella Alpina con al volante i piloti Giorgio Pelassa, Gaetano Coppola e Massimo Alesi.

Alfa Romeo 6C 2500 Sport Cabriolet Finarte
Alfa Romeo 6C 2500 Sport Cabriolet, l’esemplare dispone di un motore a 6 cilindri da 2500 cc

Alfa Romeo 6C 2500 Sport Cabriolet: uno speciale esemplare verrà proposto all’asta al salone padovano

L’Alfa Romeo 6C 2500 Sport Cabriolet in questione è attualmente immatricolata negli Stati Uniti e ha un telaio con n°915303. La documentazione fornita assieme alla storica vettura riporta i seguenti certificati: Fiva, 1000 Miglia Registry e Fiche ACI.

Da precisare che fra il 2001 e il 2006 è stato eseguito un completo restauro a cura della Carrozzeria Quality Cars di Padova. Finarte prevede di mettere all’asta il gioiellino del Biscione a una cifra di partenza di 725.000 euro. La 6C 2500 arrivò sul mercato come sostituta della 6C 2300. Essa fu l’ultima vettura della serie prima della Seconda Guerra Mondiale e ripresa nel primo dopoguerra fino al 1950.

Alfa Romeo 6C 2500 Sport Cabriolet Finarte

In totale, vennero prodotti circa 2800 esemplari. Di questi, 680 furono costruiti nella versione Freccia d’Oro con motore da 90 CV abbinato a un cambio manuale a 4 rapporti che permetteva di raggiungere una velocità massima di 155 km/h. La 2500 fu l’ultima versione della serie Alfa Romeo 6C a cui lasciò successivamente il posto alla 1900.

Oltre alla Sport Cabriolet disegnata da Pininfarina, l’auto venne proposta in diverse versioni speciali come la 6C 2500 Super Sport disegnata da Bertone oppure la 6C 2500 SS Villa d’Este disegnata dalla Carrozzeria Touring di Milano. La casa automobilistica italiana decise di portare la vettura anche in gara con la versione Competizione.

Costruita a partire dal 1946, il modello era più piccolo della SS, proponeva dei nuovi ammortizzatori e il propulsore erogava una potenza di 145 CV. Grazie alla sua aerodinamicità disegnata a mano, l’Alfa Romeo 6C 2500 Competizione riusciva a superare i 200 km/h di velocità massima.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento