in

La FIA respinge il ricorso di Alfa Romeo Racing per il GP di Germania

La decisione dei commissari di gara nel GP di Germania è stata confermata dalla Corte D’Appello della FIA

Alfa Romeo Racing
Alfa Romeo Racing

La Corte d’appello internazionale della FIA ha ritenuto inammissibile la protesta dell’Alfa Romeo Racing contro la penalizzazione subita nel Gran Premio di Germania. Sia Kimi Raikkonen che Antonio Giovinazzi sono stati colpiti con penalità di 30 secondi post gara che hanno portato all’esclusione di entrambi i piloti dalla zona punti di Hockenheim.

La retrocessione ha portato Lewis Hamilton – che aveva inizialmente terminato in P11 – al nono posto mentre Robert Kubica di Williams è stato promosso al decimo posto, consentendo alla Williams di raccogliere il suo unico punto fino ad oggi nel 2019. Come risultato della decisione odierna della FIA, posizioni e punti rimangono invariati nelle classifiche dei costruttori e dei piloti. Le sanzioni inflitte dai commissari di gara alle monoposto di Alfa Romeo Racing hanno comportato una violazione delle norme tecniche relative alle impostazioni della frizione.

“La situazione si è verificata durante i giri dietro la safety car prima della partenza”, ha spiegato il capo di Alfa Romeo Racing, Frederic Vasseur. “Abbiamo sofferto di una disfunzione della frizione che era al di fuori del nostro controllo. Rispettiamo il processo della FIA e il lavoro degli amministratori, ma crediamo di avere i motivi e le prove per ribaltare la decisione dei giudici” aveva detto il team principal della scuderia del Biscione. Ma purtroppo le cose sono andate diversamente.

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo Racing: le dichiarazioni dei protagonisti dopo le qualifiche di Singapore

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento