in

Binotto: Verstappen e Leclerc insieme sarebbero “difficili da gestire”

Fino a quando Charles Leclerc correrà in Ferrari non ci sarà posto per Verstappen, parola di Binotto

Leclerc e Verstappen
Leclerc e Verstappen

Mattia Binotto esclude il passaggio di Max Verstappen alla Ferrari poiché una relazione tra l’olandese e l’attuale pilota Charles Leclerc sarebbe troppo “difficile da gestire”. Il 49enne è contento della forma di Leclerc nella sua stagione di esordio con il cavallino rampante e non rischierebbe di rovinare l’atmosfera portando il pilota olandese nel team.  La Ferrari lavora tradizionalmente con un pilota leader e un pilota di supporto. Binotto ripensa a quando Michael Schumacher vinceva i campionati del mondo di F1 anno dopo anno come progetto da utilizzare per la sua futura formazione di piloti.

“Sono cresciuto ai tempi di Michael. Accanto a lui c’erano Rubens Barrichello e Felipe Massa. Penso che dovremmo avere un pilota di punta e un altro pilota che possa vincere gare e segnare punti. Come Lewis Hamilton e Valtteri Bottas”, ha detto Binotto a La Gazzetta Dello Sport. Il capo squadra della scuderia italiana non pensa che l’arrivo di Verstappen sia possibile mentre Leclerc è ancora alla guida della Ferrari. “Avere due piloti di questo calibro è molto difficile da gestire.”

Sebastian Vettel è stato incaricato di guidare la Ferrari fino alla fine della stagione di Formula 1 2020. Nonostante molti errori nel 2019 e 12 mesi senza vittorie, Binotto non vede alcun motivo per abbandonare il suo quattro volte campione del mondo. “Con Sebastian, ci parleremo per confrontare le sue intenzioni e aspettative con le nostre. Al momento non c’è motivo di separarci, ma molte cose possono cambiare tra oggi e la prossima primavera” ,  ha aggiunto.

Mattia Binotto

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento