in

Mattia Binotto mette in discussione il “processo attuale” delle specifiche degli pneumatici 2019

Il capo del team Ferrari Mattia Binotto ha messo in dubbio il “processo attuale” in cui sono stabilite le specifiche dei pneumatici Pirelli per il 2019

Mattia Binotto
Mattia Binotto

Il capo del team Ferrari, Mattia Binotto, ha messo in dubbio il “processo attuale” in cui sono stabilite le specifiche dei pneumatici Pirelli per il 2019, ma senza incolpare Pirelli. La Scuderia è stata una delle squadre che ha provato a chiedere uno scambio con le gomme della stagione precedente avendo trovato difficoltà a entrare nella gamma di lavoro ottimale. L’idea di cambiarle è terminata con un voto 50:50, il che significa che le gomme attuali rimarranno in quanto era necessario il voto favorevole di 7 squadre su 10 affinché questo cambiamento venisse approvato.

A Mattia Binotto non piace il processo attuale di scelta dei pneumatici in F1

Mattia Binotto ha detto a Motorsport.com: “L’attuale processo per me è sbagliato. Oggi per modificare le specifiche delle gomme è necessario che il 70% delle squadre approvino il cambiamento. Credo che sia il processo ad essere sbagliato. E ribadisco che questo non ha nulla a che fare con Pirelli che da parte sua sta cercando di fare del suo meglio. Abbiamo deciso di lavorare su una lettera d’intenti grazie alla quale stiamo cercando di chiarire quale dovrebbe essere la specifica degli pneumatici per la prossima stagione, e questa è una procedura che non esisteva anni fa. Credo sia doveroso lavorare per migliorare sempre l’approccio alle tematiche tecniche.”