in

Sebastian Vettel difende Binotto

Sebastian Vettel ha difeso Mattia Binotto, a cui attribuisce il merito di aver instaurato un senso di calma all’interno del team

Mattia Binotto e Sebastian Vettel

Sebastian Vettel ha difeso il caposquadra del team Ferrari, Mattia Binotto, a cui attribuisce il merito di aver instaurato un senso di calma all’interno della squadra nonostante gli attuali problemi che la scuderia del cavallino rampante sta vivendo in questa stagione. La scuderia è l’unica delle prime tre squadre in classifica a non aver vinto una gara nel 2019, con la Mercedes vincente 10 volte e la Red Bull vincente in due occasioni. La mancanza di vittorie ha portato Mercedes ad avere un vantaggio di 150 punti nel campionato costruttori.

Vettel difende Binotto nonostante la mancanza di vittorie

Successivamente, sono state esercitate pressioni significative sui piloti, Sebastian Vettel e Charles Leclerc e sul capo del team Binotto, che ha sostituito Maurizio Arrivabene nel 2019. Il tedesco, tuttavia, ritiene che il suo capo stia facendo un buon lavoro in queste circostanze. “La situazione non è stata facile, non abbiamo vinto gare”, ha dichiarato Vettel. “Questa è la situazione più semplice che puoi avere. Non abbiamo avuto la prima metà della stagione che speravamo di vivere, eppure il focus è lì e tutti in tutta la squadra sono calmi e determinati a fare progressi il prima possibile.”

“Alcune cose non accadono dall’oggi al domani, ma penso che abbiamo una buona comprensione di dove sia la macchina, dove dobbiamo andare e speriamo che i prossimi mesi le cose possano migliorare. Ma Mattia sta davvero facendo bene, mantenendo la squadra unita e calma. Allo stesso tempo, ci sta ricordando dove dobbiamo andare. Il suo incarico è diverso dal suo ruolo in passato, ma la squadra è intorno a lui e l’organizzazione è molto simile a dodici mesi fa.” ha concluso Sebastian Vettel.