in

Noleggio auto: l’AGCM mette in guardia i consumatori sulle truffe

4 società di noleggio multate solo nel 2017 dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato

Noleggio auto AGCM

L’AGCM (Autorità garante della concorrenza e del mercato) ha monitorato gli interventi e le sanzioni negli ultimi 4 anni per quanto riguarda i servizi di auto a noleggio (car sharing e noleggio a breve, medio e lungo termine) per scoprire il comportamento delle aziende del settore.

Nel 2017, sono state multate alcune società come la Locauto Rent S.p.A per 1 milione di euro e la Maggiore 700.000 euro. Secondo l’autorità, “tali operatori, facendo leva sulla necessità di corrispondere un deposito cauzionale elevato, di cui il consumatore viene informato quando si presenta al desk per il noleggio o il ritiro dell’autovettura già prenotata online, inducono quest’ultimo all’acquisto di servizi assicurativi accessori che, limitando la responsabilità per danni e/o furto dell’autovettura noleggiata, riducono se non eliminano la necessità del deposito stesso”. In parole povere, se si acquista un servizio assicurativo accessorio come copertura di eventuali danni, la compagnia di noleggio non dovrebbe chiedere al cliente alcun deposito.

Noleggio auto AGCM
Noleggio auto, l’AGCM ha multato 4 società solo nel 2017

Noleggio auto: l’AGCM rivela i risultati di un’indagine condotta negli ultimi 4 anni

Sempre nel 2017, l’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha sanzionato, più o meno per lo stesso motivo, Goldcar e Firefly, infliggendo multe per 2 e 1,6 milioni di euro. In merito a ciò, l’AGCM ha riportato che “nei casi in esame il deposito risultava particolarmente elevato: infatti il deposito richiesto talora esauriva la disponibilità della carta di credito del consumatore, in altri casi finanche superava la disponibilità, indebitamente condizionando i consumatori all’acquisto di tali prodotti accessori”.

Non contenta, la stessa Goldcar è stata multata nel 2018 per aver addebitato dei danni inesistenti sulle carte di credito dei clienti che non volevano sottoscrivere i pacchetti assicurativi proposti. L’ultima multa fatta dall’autorità risale al 29 luglio 2018, pari a 250.000 euro nei confronti di B Rent S.r.l.

Noleggio auto AGCM

L’AGCM fa notare anche che i pacchetti assicurativi acquistati non sono validi in alcune regioni d’Italia e spesso sul sito Internet non viene riportata la cifra che verrebbe addebitata in caso di furto. Dedicate sempre particolare attenzione a link, scritte piccole e pop-up presenti nella pagina della promozione nel caso in cui voleste prendere una vettura a noleggio.

Soprattutto recatevi nel parcheggio sempre con un addetto dell’azienda in modo da vedere insieme ogni eventuale minima imperfezione presente sul veicolo scelto così da evitare problemi al termine del contratto di noleggio.