in

Kimi Raikkonen: “Ancora lontani dalla McLaren”

Kimi Raikkonen sprona Alfa Romeo Racing a continuare così

Kimi Raikkonen

Non c’è due senza tre. Fedele al detto, Kimi Raikkonen arriva ad Hockenheim forte di tre Gran Premi consecutivi conclusi in zona punti, un risultato che testimonia l’ottimo momento attraversato. Dopo un rapporto fatto di alta e bassi con la Ferrari (con cui conquistò la corona mondiale, nel 2007), il veterano finlandese ha già preso le misure in Alfa Romeo Racing e auspica che il team svizzero confermi, anche nel prossimo appuntamenti,  i progressi mostrati in Francia. Sulla pista tedesca Iceman non ha mai saputo andare oltre al terzo posto.

Kimi Raikkonen: “Per fortuna ci siamo ripresi”

Sempre a punti nelle ultime gare.Se guardiamo agli ultimi anni, non sono di certo stati facili per la squadra. Anche se la scorsa stagione ci sono stati dei miglioramenti da metà campionato in avanti, il nostro livello era comunque un’incognita all’inizio del 2019. Ero certo di dover dare il massimo, qualsiasi sarebbe stato il risultato. Dopo le tre gare in cui non siamo riusciti a trovare velocità ci siamo fortunatamente ripresi. C’è ancora una lunga strada da percorrere, ma finora non è andata troppo male. Dobbiamo cercare di rendere la macchina più veloce”.

Sviluppi della C38.Sicuramente siamo riusciti a migliorarla, quanto è però difficile da dire. Può aiutare un confronto con gli altri: ci paragoniamo ovviamente alle macchine che ci sono più vicine, e siamo ancora dietro a livello di competitività pura. Ma ad ogni appuntamento cerchiamo di portare nuovi pezzi per trovare più prestazione. Finora gli aggiornamenti hanno sempre funzionato bene, e per un team piccolo come il nostro questo è molto importante, dato che non disponiamo di risorse infinite. Siamo piuttosto contenti di come procedono le cose, ma c’è ancora tantissimo da fare per avvicinarci alla McLaren e alle altre squadre“.

Poche differenze rispetto allo scorso campionato

Bilancio della stagione 2019.Credo non ci siano grosse differenze rispetto all’anno scorso. Chiaramente gareggio un po’ più indietro. Ma a parte questo, non è che le cose siano cambiate più di tanto. Si tratta di un team diverso, anche se lavoro con alcune persone che erano con me in passato. La Formula 1 non è cambiata più di tanto: abbiamo le conferenze stampa, gli stessi meeting, le solite interviste e così via. Certamente ho un po’ più di tempo libero a disposizione, il che è molto positivo per me“.

Ritiro in Alfa Romeo. Ho un contratto di due anni. Vedremo al termine cosa accadrà, al momento non ho particolari programmi o idee a riguardo”.

Kimi Raikkonen: le monoposto del cuore

Qualche giorno fa Kimi Raikkonen ha analizzato la sua carriera, in termini positivi: “Ho sempre fatto ciò che volevo, giusto o sbagliato e almeno so di essere responsabile delle mie azioni. Per quanto riguarda le auto, sono tutte molto diverse, quindi un confronto è difficile”. Dovendo scegliere, le monoposto con cui si è trovato meglio sono due: la F2007, ovviamente, e la McLaren MP4-20 con cui contese il trionfo nella classifica piloti a Fernando Alonso: “Le migliori che ho avuto sono stati sicuramente la McLaren 2005 e la Ferrari 2007, che erano davvero buone, quindi probabilmente avrei scelto uno di quelle due. Ho ottenuto il titolo con la Ferrari, il che potrebbe renderla ancora più speciale, afferma.

 

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento